Seguici su

Cerca nel sito

Tragedia sfiorata, il Sindaco: “Solo la parola miracolo spiega l’accaduto”

Pascucci: "Eroico l'intervento dei genitori che hanno estratto i bambini dalle lamiere. I più sinceri ringraziamenti all'Amministrazione di Pian Castagnaio"

Più informazioni su

Il Faro on line – Ieri pomeriggio in prossimità di Pian Castagnaio, Provincia di Siena, si è arrivati a sfiorare la tragedia. Un pullman a due piani che trasportava circa 60 bambini di età compresa tra i 10 e i 12 anni, alcuni dirigenti della società calcistica Città di Cerveteri e i genitori dei giovani atleti, tutti di ritorno da un torneo, si è ribaltato in strada. Immediati i soccorsi e il trasferimento presso il pronto soccorso di Abbadia San Salvatore; in quattro, 2 bambini e 2 genitori, sono stati trasportati all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per maggiori accertamenti.

Miracolosamente nessuno ha riportato conseguenze gravi e tutti sono fuori pericolo; intorno alle 2 di questa notte dopo le medicazioni e gli accertamenti tutti sono stati dimessi e sono tornati alle proprie abitazioni. Sono in corso le indagini che spiegheranno la dinamica dell’incidente. Al momento l’ipotesi più accreditata è che si sia verificato un guasto tecnico al mezzo. Eroico l’intervento di alcuni genitori che viaggiavano sulle proprie vetture al seguito del pullman e che si sono lanciati a soccorrere chi era rimasto coinvolto nell’incidente estraendo tutte le persone che erano all’interno del pullman ribaltato.

Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, avvertito telefonicamente dell’accaduto, si è recato immediatamente sul posto insieme al Comandante della Polizia Locale e Protezione Civile Marco Scarpellini. “Nonostante sapessimo già che erano tutti fuori pericolo, quando abbiamo visto il pullman lontano decine di metri dalla strada, appoggiato sul lato sinistro, con le lamiere incrinate – ha detto il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – siamo rimasti senza parole.
Credo che la parola miracolo sia l’unica che possa spiegare quando è avvenuto. Tutti i ragazzi e i genitori coinvolti stanno bene e sono tornati alle proprie case. Nessuno ha riportato danni permanenti o versa in condizioni di pericolo. Sono stati momenti di angoscia e forte paura, ma ora ci sentiamo tutti più sollevati. I protagonisti dell’intervento di soccorso meritano i più sinceri e profondi ringraziamenti da parte della nostra Città. Su tutti i genitori che, per primi, da veri eroi, si sono gettati tra le lamiere per mettere in salvo decine di persone”.

“A loro va tutta la gratitudine di Cerveteri. Voglio poi ringraziare il Sindaco e l’Amministrazione comunale di Pian Castagnaio che mi hanno tenuto aggiornato costantemente su quanto avveniva e che insieme al Vicesindaco di Abbadia San Salvatore hanno coordinato i soccorsi con i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile locale. In quei primi momenti avere un sostegno e un aiuto è fondamentale.
Ringrazio per l’accoglienza, la sensibilità dimostrata e la grande professionalità anche tutto il personale del pronto soccorso di Abbadia San Salvatore, i gestori dell’agriturismo “I Cascetti”, che hanno offerto un primo riparo in attesa dell’arrivo dei soccorsi e la Confraternita della Misericordia di Abbadia San Salvatore che ha preparato pasti e bevande per le nostre famiglie che erano ancora al pronto soccorso. Un ringraziamento personale voglio rivolgerlo al Comandante Marco Scarpellini, che si è attivato immediatamente e che si è precipitato sul posto insieme con me”.

Dopo le operazioni di soccorso sono stati rinvenuti sul luogo dell’incidente alcuni effetti personali degli atleti e delle famiglie. Tutti i beni sono stati recuperati e sono ora custoditi presso il Comando della Polizia Locale di Cerveteri (telefono: 06.9942586) dove già da oggi sarà possibile rivolgersi per il ritiro.

Più informazioni su