Seguici su

Cerca nel sito

Emergenza rifiuti, Lbc: “C’è chi se ne accorge soltanto oggi”

Il Comitato: "Calandrini sostiene si riuscirà finalmente a chiudere la discarica di Borgo Montello"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Apprendiamo che il candidato Nicola Calandrini sostiene che grazie ai finanziamenti promessi dal Ministro dell’Ambiente Galletti si riuscirà finalmente a chiudere la discarica di Borgo Montello. Forse serviva proprio a questo la visita compiuta dal Ministro in piena campagna elettorale, una visita che Latina attendeva da tempo, giunta soltanto per puro sostegno al candidato Calandrini. Non abbiamo parole per commentare il fatto che soltanto ora ci si preoccupa di raggiungere la quota del 65% di raccolta differenziata, quando per legge tale obiettivo doveva essere raggiunto al 31 dicembre 2012. Un obiettivo che Latina Bene Comune ha posto tra le sue priorità, evidenziato nel programma fin dalla sua prima stesura, presentata nel marzo scorso” – lo dichiara in una nota il Comitato Latina Bene Comune.

“Oggi Calandrini ci viene a dire che al tempo della costituzione della Latina Ambiente non c’era, glissando però sull’evidenza che la società si trova in stato di fallimento. E viene così da porsi sempre la stessa domanda: quando la partecipata accumulava il suo enorme debito, Calandrini dov’era? Tutti sanno che la situazione indecorosa che si è venuta a creare con la mancata raccolta dei rifiuti per strada dipende da un braccio di ferro che la stessa società ha innescato con il Comune (suo azionista di maggioranza e unico committente) al fine di ottenere un lungo prolungamento del contratto di servizio. Tutti, tranne Calandrini che finora, pare di capire, non s’è mai accorto di niente. La sua richiesta di intervento rivolta al Commissario è semplicemente patetica” – conclude la nota. 

Più informazioni su