Seguici su

Cerca nel sito

Focus Agro – alimentare, Seminario internazionale al Castello angioino

Il sindaco Mitrano: "E' un vero onore per la città ospitare un simposio di così elevato respiro"

Più informazioni su

Il Faro on line – Gaeta diventa internazionale con un seminario di grande valore scientifico: ‘New dimensions of market power and bargaining in the agri-food sector: Organisations, policies and models’. (Le nuove dimensioni di potere di mercato e di contrattazione nel settore agro-alimentare: Organizzazioni, politiche e modelli) questo è il tema del summit internazionale, che si terrà nei giorni 9 e 10 giugno 2016, presso la sede dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale al Castello Angioino-Aragonese di Gaeta. Si tratta del 153 Eaae Seminar che ha attirato più di 100 studiosi provenienti da Europa, Stati Uniti, Cina, Africa e America Latina.

Le relazioni plenarie saranno tenute dai maggiori esperti mondiali sul tema ed è prevista la partecipazione di funzionari della Commissione Europea e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Tale iniziativa ha ottenuto un riscontro della comunità scientifica internazionale e sarà, quindi, un punto di riferimento nel dibattito sui rapporti negoziali nelle filiere agroalimentari. L’iniziativa nasce dalla stretta collaborazione tra l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, gli Enti Locali ed il Comune di Gaeta che ha patrocinato l’evento.

Per il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano “E’ un vero onore per la città di Gaeta ospitare un simposio di così elevato respiro, un’occasione imperdibile per presentare, ad un pubblico internazionale, il nostro territorio, ricco di bellezze paesaggistiche, storiche, artistiche e culturali che possono fare da splendida cornice ai momenti di studio e approfondimento del seminario, regalando forti emozioni da portare nei propri paesi e perché no? Pubblicizzare! Gaeta, anche grazie alla sinergia creata con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, può decisamente ambire a conquistare una fetta del turismo congressuale”.

Più informazioni su