Seguici su

Cerca nel sito

La replica di Costanzo a Calandrini

L'esperto di Lbc: "Invece di insinuare e diffondere notizie inesatte, venga a confrontarsi con noi"

Più informazioni su

Il Faro on line – Non si è fatta attendere la risposta di Antonio Costanzo, membro del Comitato Esperto di Lbc, alle dichiarazioni di Nicola Calandrini apparse di recente sulla stampa: “Quando non si hanno argomenti, si cerca di confondere le menti con false informazioni e insinuazioni. Si continua con il linguaggio della mala politica”.

“Senza commentare il presunto peccato di essermi proposto in passato con la sinistra (concezione curiosa che Calandrini ha della democrazia), il riferimento al fatto che ho svolto “ruoli nella giunta” dell’ex sindaco Zaccheo merita alcune considerazioni. Calandrini, oltre a fornire notizie incomplete ed errate, dimostra una colpevole ignoranza delle funzioni degli organismi comunali (e continua a parlare di conoscenza ed esperienza)” – prosegue Costanzo.

“Notizie incomplete ed errate in quanto ha omesso di specificare che ho ricoperto l’incarico di Presidente dell’Organismo indipendente di valutazione (Oiv) e non ho mai svolto alcun ruolo nella giunta dell’ex sindaco Zaccheo. E tale incarico mi è stato affidato a seguito di regolare bando pubblico con presentazione di curricula e colloquio”. 

“I compiti dell’Oiv, organismo esterno alla struttura politica e gestionale dell’amministrazione comunale, sono stabiliti dall’art. 14, comma 3, del decreto legislativo n. 150/2009, che invito Calandrini a rileggersi (ammesso che l’abbia già letto). Oltre al processo di misurazione e valutazione delle strutture e dei dirigenti e all’adempimento degli obblighi d’integrità e trasparenza, il sottoscritto, unitamente agli altri due componenti dell’Oiv, ha svolto “senza ulteriori compensi” attività di formazione per i dirigenti e ha prodotto numerosi studi, ricerche e proposte di miglioramento organizzativo, tutte debitamente protocollate e agli atti del Comune”.

“Mi piacerebbe sapere, e lo dovrebbe dire a tutti i cittadini ai quali con disinvoltura si sta riproponendo, se, ricoprendo lui sì un ruolo importante nelle precedenti amministrazioni, li ha mai letti e quali iniziative ha assunto per sollecitarne la valutazione ed eventuale applicazione” – ha spiegato Costanzo.
 
“Tra queste si segnalano:
Sistema di valutazione del rendimento e delle posizioni dirigenziali;
Sistema di valutazione del rendimento e delle posizioni organizzative;
Sistema di valutazione del personale;
Sistemi di misurazione e valutazione della performance;
Sistema degli indicatori negli enti locali e linee guida per la definizione degli standard di qualità;
Regolamento sul diritto di accesso;
Regolamento delle posizioni organizzative e delle Alte professionalità;
Regolamento sull’autotutela;
Piano della performance;
Programma triennale per la trasparenza e l’integrità;
Piano d’intervento sul benessere organizzativo e relativi questionari;
Procedura per la gestione dei reclami presentati dall’utenza;
Procedura sui controlli operativi;
Customer satisfaction: la tecnica d’indagine e i questionari;
Bilancio sociale: cenni metodologici e schede tecniche;
Carta dei servizi;
Bilancio sociale;
Documento-proposta sulla Revisione organizzativa del Comune di Latina;
Regolamento per la definizione dei termini di conclusione dei procedimenti amministrativi;
Bozza di programma triennale per la trasparenza e l’integrità;
Applicazione normativa ex art. 11 D.Lgs. 150/2009 (Trasparenza e rendicontazione della performance)”.

“È di queste cose che Calandrini avrebbe dovuto parlare in questi anni (e in questi giorni) ai cittadini. È su queste cose che dovremmo confrontarci: io sono pronto, noi di Lbc siamo pronti” – ha concluso Costanzo. 

Più informazioni su