Seguici su

Cerca nel sito

Esuberi Tvs, il Sindaco: “Enel rispetti gli accordi”

Cozzolino: "Siamo intenzionati a far valere l'accordo nelle sedi opportune, portandolo all'attenzione di tutti i firmatari"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ieri si è tenuto un’incontro tra l’amministrazione comunale e i vertici di Enel nelle persone del capo centrale (Tvn) Ing. Bracaloni, il responsabile affari territoriali area centro avv. Fabrizio Iaccarino e il responsabile affari istituzionali Italia avv. Donato Leone. L’incontro è stato chiesto dall’amministrazione comunale per capire come Enel abbia intenzione di collocarsi sulla possibile attivazione dell’accordo del 2003 stipulato con il Comune di Civitavecchia e che prevedeva, al punto 6.6, l’assorbimento degli eventuali esuberi di Torre Valdaliga Sud (Tirreno Power) da parte di Enel stessa. Per trasparenza e correttezza nei confronti dei lavoratori coinvolti, hanno assistito all’incontro i rappresentanti regionali delle Oo.Ss. di categoria le quali hanno contribuito alla discussione” – lo dichiara in una nota il sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino.

“Nel corso dell’incontro Enel ha sostenuto che, dal punto di vista dell’ente energetico, l’accordo de quo non è attivabile per il fatto che Tirreno Power non ha ancora ufficialmente dichiarato gli esuberi e che comunque, sempre dal loro punto di vista, l’accordo stesso è terminato nella sua validità con la fine della riconversione a carbone della centrale di Torre Valdaliga Nord. Come amministrazione ovviamente non siamo assolutamente d’accordo con questa lettura: l’accordo, benchè firmato 13 anni fa, non contiene indicazioni di contingenza e comunque siamo intenzionati a farlo valere nelle sedi opportune, portandolo all’attenzione di tutti i firmatari financo la presidenza del consiglio dei ministri”.

“D’altronde questa amministrazione si è accollata le conseguenze di accordi sottoscritti 7 anni fa in rispetto dei lavoratori che li avevano firmati; quindi non possiamo che pretendere la stessa identica cosa da chiunque abbia preso un impegno con i lavoratori e la città di Civitavecchia. E, ovviamente, Enel non fa eccezione” – conclude Cozzolino.

Più informazioni su