Seguici su

Cerca nel sito

Pellegrinaggio notturno a piedi alla Casa del Martirio di S. Maria Goretti

La partenza è prevista alle 23 dalla parrocchia di Borgo Piave con arrivo previsto per le 6 a Le Ferriere

Più informazioni su

Il Faro on line – Il prossimo sabato 25 giugno si terrà il pellegrinaggio notturno a piedi alla Casa del Martirio di Santa Maria Goretti, a Le Ferriere. Un appuntamento che si tiene ormai dal 1995 tradizionalmente nell’ultimo fine settimana di giugno. La partenza è prevista alle 23 dalla parrocchia di Borgo Piave con arrivo previsto per le 6 a Le Ferriere, dove il vescovo Mariano Crociata celebrerà la Messa.

Il percorso previsto passerà per via del Crocifisso fino a Borgo S. Maria, per via Macchia Grande, per Via della Speranza con sosta a Borgo Bainsizza, per la Strada del Bosco, per via Monfalcone, con sosta a Borgo Montello, per via delle Ferriere fino alla Casa del martirio di santa Maria Goretti.

Don Paolo Lucconi, incaricato dell’organizzazione, ha spiegato che “per espressa volontà del Vescovo, il pellegrinaggio rientra fra le celebrazioni giubilari diocesane”. Infatti, come scritto nella presentazione del Giubileo in Diocesi, “particolare valore esperienziale acquista in questo Anno Santo il pellegrinaggio notturno da Borgo Piave alla Casa del Martirio di S. Maria Goretti: raggiungere questo luogo della Misericordia in un cammino comunitario diocesano occasione per riassaporare la forza della Carità divina che si concretizza nella fede di Marietta”. Così, mai come quest’anno è importante riflettere su un fatto grave accaduto nel 1902, come è stato l’omicidio della piccola Marietta avvenuto dopo un tentativo di violenza sessuale.

“Proprio con la sua opposizione alla violenza, ma soprattutto con il suo perdono all’aggressore, Maria Goretti testimonia e insegna ancora oggi che Dio viene sempre al primo posto e che il nostro corpo, degno di rispetto, non può essere mai trasformato in oggetto di voluttà. Un esempio di vera misericordia, come quella che viene proposta in questo Giubileo straordinario della Misericordia voluto da papa Francesco. Un messaggio che in terra pontina è passato perché ogni anno giovani e adulti si mettono in cammino”, ha precisato don Paolo Lucconi.

E la partecipazione della gente, costante nel corso degli anni, sta a testimoniare che la lezione di Marietta non è rimasta inascoltata.

Più informazioni su