Seguici su

Cerca nel sito

Fosso Crepacuore: ancora utilizzabile la stazione di trasferenza dei rifiuti

Manuedda: "Siamo soddisfatti dell'esito del ricorso"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Consiglio di Stato, Sezione Quarta, a seguito della camera di consiglio tenutasi nella giornata di ieri, ha accolto l’appello proposto da Hcs e dal Comune ed ha stabilito che il Comune, tramite Hcs, potrà continuare ad utilizzare la stazione di trasferenza dei rifiuti, situata all’interno della discarica di Fosso Crepacuore, fino al prossimo 15 settembre. Non sussiste quindi l’irragionevole termine del 30 giugno indicato dagli uffici della Regione Lazio e dal primo luglio non ci sarà alcuna interruzione del servizio di raccolta rifiuti.
 
Come ampiamente dimostrato dai fatti esposti di fronte ai giudici del Consiglio di Stato, il Comune si è prontamente attivato per la realizzazione di una nuova stazione di trasferenza in un sito diverso e dopo avere eseguito la progettazione attraverso gli uffici comunali, reperito le risorse economiche necessarie alla realizzazione dei lavori e acquisito le autorizzazioni e i pareri necessari, sta procedendo in maniera spedita. È in corso la procedura di gara per l’affidamento dei lavori e all’inizio della prossima settimana si attendono aggiornamenti in merito ai tempi di aggiudicazione. Il crono-programma previsto per l’esecuzione dei lavori è di trenta giorni.
 
“Siamo molto soddisfatti dell’esito del ricorso – commenta l’Assessore all’ambiente Alessandro Manuedda – Eravamo fiduciosi che, ancora una volta, gli sciacalli che da sei mesi fanno “la turpe danza della monnezza” nell’assurda speranza di condannare cinquantamila persone all’emergenza rifiuti, sarebbero rimasti delusi”
 
“Ora continuiamo nel nostro lavoro – continua Manuedda – e il primo obiettivo in ordine di tempo  è quello di realizzare, se possibile anche prima del termine indicato dal Consiglio di Stato, la nuova stazione di trasferenza. Allo stesso tempo auspico, dopo la concessione di questa sospensiva, una fissazione dell’udienza di merito al Tar in tempi ragionevoli, perché rimaniamo fermamente convinti della totale illegittimità delle determine adottate dagli uffici regionali nello scorso dicembre”
 
“Ci tengo a ringraziare – conclude l’Assessore Manuedda – l’Avvocatura comunale, i legali di Hcs e l’Ufficio ambiente per l’ottimo lavoro svolto. A titolo esclusivamente onorifico e figurato, mi piacerebbe consegnare loro uno speciale premio anti-sabotaggio”.

Più informazioni su