Seguici su

Cerca nel sito

Lavoro all’estero: l’Informagiovani ti dà una mano

La responsabile Mannucci: "Sono disponibili informazioni sui programmi europei, i tirocini all'estero, i progetti Erasmus Plus"

Più informazioni su

Il Faro on line – Stai pensando ad una esperienza di studio e lavoro all’estero, ma non sai come fare? L’Informagiovani di Gaeta è in grado di darti tutte le risposte che cerchi. Partiamo dalle agenzie che promuovono soggiorni all’estero per studio e lavoro: tra queste International House, Astudy, Sunflower, Kaplan, Esl, EF – Education First, Esplora, Viaggio & Apprendo, Imagine – Education in Canada, Easy School of Languages, Wep.

La responsabile dell’Informagiovani Comunale d.ssa Milena Mannucci tiene a precisare che “Lo Sportello di Gaeta offre la possibilità di consultare i cataloghi per scegliere l’offerta migliore per lo studente che vuole compiere un’esperienza di studio o lavoro in ogni paese del mondo. Per chi volesse lavorare e al tempo stesso imparare la lingua la soluzione migliore è AuPair America, che offre un anno di lavoro retribuito unito allo studio della lingua. E in più sono disponibili informazioni sui programmi europei, i tirocini all’estero, i progetti Erasmus Plus, brochure sui corsi innovativi delle università italiane. Vieni a trovarci!”.

Si precisa che l’Informagiovani non effettua servizio prenotazione, ma mira solo a fornire ai propri utenti un servizio informativo il più possibile completo ed esaustivo. Qualche rassicurazione è d’obbligo per chi si recherà in Gran Bretagna dopo l’uscita dall’Unione Europea. Il processo di estromissione dall’UE avverrà in due anni, nel frattempo le cose non cambieranno: nessuna modifica al momento sul fronte della documentazione per entrare a Londra e in tutta la Gran Bretagna. Basterà la carta d’identità valida per l’espatrio. Solo quando il processo di uscita del paese dall’Ue sarà completato, procedura che richiederà circa 2 anni, si dovrà utilizzare il passaporto; chi ha acquistato un pacchetto vacanza con destinazione Regno Unito, non subirà alcuna modifica del viaggio né dovrà pagare sovraprezzi di alcun tipo; nessuna modifica ai biglietti già acquistati.

Al momento i cittadini italiani continueranno a godere dalla copertura sanitaria in viaggio garantita dalla Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Per il futuro, invece, sarà necessario munirsi di una specifica assicurazione sanitaria, al pari di quanto avviene per i viaggi negli Usa; al momento la Brexit rappresenta un vantaggio per i turisti che utilizzano l’euro.

La svalutazione della sterlina, infatti, rende più conveniente fare acquisti nel Regno Unito e aumenta il potere d’acquisto dei viaggiatori (fonte: Codacons). Sportello Informagiovani in Via Firenze 2 Lunedì 10-13 – Tutti i pomeriggi: 15-17.30 Tel. 0771.465054 informagiovani@comune.gaeta.lt.it FB: Sportello Informagiovani Gaeta.

Più informazioni su