Seguici su

Cerca nel sito

Aziende pontine in Polonia per nuovi investimenti

Il presidente Agnoni: "Con il progetto Build in Lublin abbiamo avuto la possibilità di approfondire alcune opportunità concrete e specifiche"

Più informazioni su

Il Faro on line – Grazie alla Cna di Latina e alla Regione Lazio alcune aziende della provincia di Latina, tramite il progetto “Build in Lublin”, sono state tre giorni in terra polacca per conoscere meglio la realtà imprenditoriale del posto e per stringere accordi commerciali con le aziende polacche Ieri pomeriggio (oggi, mercoledì 29 giugno 2016) le aziende pontine della Cna di Latina, capeggiate dal Presidente Provinciale, Angelo Agnoni, sono tornate in Italia dopo aver vissuto tre giorni a contatto con le istituzione e aziende polacche. I meeting che si sono tenuti a Varsavia rappresentano solo l’ultimo step del progetto “Build in Lublin” durato un anno e curato dalla Cna di Latina con l’aiuto di Prometeo e il contributo importante della Regione Lazio che per il tramite di Lazio Innova ha finanziato il 50% del costo del progetto.

Molte delle aziende presenti in terra polacca sicuramente torneranno per effettuare degli investimenti e per cogliere la grande opportunità che offre il Paese soprattutto per quanto riguarda gli appalti pubblici.

“L’obiettivo del progetto – afferma il Direttore della Cna di Latina, Antonello Testa – era quello di offrire l’opportunità a delle aziende della provincia di Latina di esplorare nuovi mercati e nuove opportunità di sviluppo. Ci abbiamo lavorato molto e sono state circa un centinaio le aziende che si sono avvicinate al progetto e che hanno seguito gli incontri avvenuti nei mesi scorsi a Latina. In Polonia, però, abbiamo voluto che ci fossero solo aziende potenzialmente e seriamente interessate ad un vero investimento. Le prime impressioni sono state ottime con alcune realtà imprenditoriali pronte a tuffarsi nella nuova realtà polacca. Noi, come Cna di Latina, lavoriamo ogni giorno per dare nuove opportunità ai nostri iscritti. Oggi il mondo dell’imprenditoria va velocissimo e noi non possiamo permetterci di rimanere ancorati a situazioni lavorative vecchie e con impostazioni esclusivamente locali”.

Tra le aziende presenti a Vasavia in questa tre giorni piena di impegni c’era anche quella rappresentata dal Presidente della Cna di Latina, Angelo Agnoni, il quale ha partecipato anche in veste di imprenditore oltre che di rappresentate di tutta la Cna di Latina, commenta così questa esperienza: “con la mia azienda già da tempo lavoriamo a contatto con realtà polacche – afferma Agnoni -. Con il progetto Build in Lublin abbiamo avuto la possibilità di approfondire alcune opportunità concrete e specifiche come per esempio gli importanti finanziamenti provenienti dalla Comunità Europea per il comparto dell’edilizia e per le infrastrutture pubbliche. La Polonia è il Paese che maggiormente beneficia di questi aiuti Comunitari ed ha una procedura di assegnazione dei lavori pubblici molto chiara e snella. Questo facilità di molto le imprese italiane da sempre abituate ad una burocratizzazione eccessiva”.

Ad accogliere le imprese italiane in Polonia c’erano: Michal Cichopek, Direttore della Camera di Commercio e dell’industria delle Costruzioni di Varsavia, Marek Soszynski Dirigente della Camera di Commercio italo polacca, Stefano Zedde Responsabile dei Servizi della Camera di Commercio italo polacca ed Elisabetta Caprino, Segretario Generale Camera di Commercio italo polacca.

Più informazioni su