Seguici su

Cerca nel sito

Processo Sarnella-Moscherini, il Comune si costituisce parte civile

Il sindaco Cozzolino: "Occorre tutelare gli interessi della collettività"

Più informazioni su

Il Faro on line – Con apposita delibera di Giunta del 22 giugno il Comune di Civitavecchia ha stabilito di costituirsi parte civile nel processo contro l’ex sindaco Giovanni Moscherini, accusato del reato di corruzione per atti contrari ai propri doveri d’ufficio, nonché dell’imprenditore Giuseppe Sarnella e della società Sar Hotel accusati di essersi aggiudicati l’appalto senza un’evidenza pubblica. L’inchiesta riguarda l’affidamento dell’appalto per la realizzazione dell’impianto termale ed il processo inizierà il 16 luglio. Vista la comunicazione dell’avvocatura interna dell’ente di non poter assumere tale incarico, lo stesso sarà affidato ad un professionista esterno.

“Un atto dovuto, un ulteriore passo in quel percorso per ristabilire la legalità in una città e in un ente in cui gli interessi particolari hanno, purtroppo, avuto la priorità rispetto agli interessi della collettività causando i ben noti buchi di bilancio e non consentendo, cosa ancor più grave, che il tessuto economico produttivo potesse svilupparsi in maniera sana e coerente alle proprie potenzialità – afferma il sindaco Cozzolino – certo, sarà la magistratura a stabilire e quantificare le responsabilità degli imputati ma abbiamo ritenuto doveroso costituirci parte civile perché i responsabili di condotte criminali devono rispondere delle loro azioni”.

“Per anni abbiamo visto la nostra città massacrata da atti indegni e con conseguenze pesanti. E’ giusto che, qualora il giudice emetta una sentenza di condanna, Civitavecchia sia in prima fila nel chiedere un adeguato risarcimento del danno” – conclude Cozzolino.

Più informazioni su