Seguici su

Cerca nel sito

Marina di San Nicola: la lettera aperta di Bellofiore 

Il Delegato: "L'incontro con i cittadini e l'amministrazione comunale ha segnato una svolta"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Su Marina di San Nicola si sono scritte migliaia di parole, su presunti dissidi interni e su mire politiche‎ che interessano il comprensorio… Credo che l’incontro con i cittadini e l’amministrazione comunale del 4 luglio svoltosi nella sala gremita del Centro Consortile abbia segnato una svolta riportando il dibattito su temi concreti lasciando da parte sterili polemiche che nulla costruiscono se non, come ha giustamente detto una cittadina, un clima teso che non ci rende comunità. Proprio per questo non intendo rispondere alle sciocche provocazioni personali che mi hanno coinvolto, ma vorrei sottolineare alcuni aspetti che credo fondamentali. Il dibattito si é aperto con un lungo scritto letto dal Dott. Firmani presidente del “Comitato Sannicola” che ha ribadito la posizione fortemente critica dell’associazione che rappresenta. Sono emersi i soliti temi e la solita acredine verso l’amministrazione consortile e comunale” – così in una lettera aperta il delegato Giovanni Bellofiore.

“Mi spiace che si sia persa l’occasione per un dibattito sereno col Firmani. Per quanto si possa essere antitetici rispetto ad un’Amministrazione credo che il rispetto istituzionale sia la base anche per un confronto duro e franco che però non tralasci mai il rispetto. E’ significativo come molti cittadini abbiano sottolineato che il “Comitato Sannicola” non rappresenti la cittadinanza, ma un esiguo gruppo di cittadini e come sia ormai tempo di ricominciare a pensare a San Nicola non come ad un terreno di diatribe interne, ma un luogo da preservare e da migliorare grazie al Consorzio e segnalando le criticità al Comune”.

“Ecco, dunque, che finalmente sono emerse esigenze concrete e proposte, ma sono state fatte anche critiche in un clima sereno di ascolto. Scuola, acqua, accesso al mare per gli handicap, sport, tutela del territorio, parco archeologico, prostituzione… sono solo alcuni degli argomenti portati all’attenzione del Sindaco e dell’Amministrazione, rappresenta anche dal Vicesindaco Loddo, dalle consigliere Marongiu e Palermo e dal Comandante della Polizia locale Blasi. Ora sarà il banco di prova per dimostrare che l’ascolto dei cittadini non è una “manovra elettorale”, come alcuni l’hanno definita, ma un momento per fare il punto della situazione sul nostro territorio”.

“Concludo ricordando come da parte pressoché di tutti i partecipanti sia emerso chiaramente, ancora una volta, il desiderio di restare Consorzio. Prendo in prestito le parole di una giovane mamma intervenuta lunedì che é rientrata in Italia dopo molti anni all’estero: “‎Ho girato l’Europa e rientrata in Italia ho scelto San Nicola, perché é un posto semplicemente bellissimo con una comunità viva”. Ecco, questo ci auguro: che si riparta da qui, dall’unità tra i cittadini! Unità che no‎n cancella le differenze di veduta, né il dibattito, ma che é l’eredità più preziosa che lasceremo ai nostri figli e nipoti insieme alle nostre case” – conclude Bellofiore.

Più informazioni su