Seguici su

Cerca nel sito

Fratelli d’Italia: “Il Paradiso sul Mare torna al Comune: chi paga i danni?”

De Angelis: "Non possono essere i cittadini a pagare le ristrutturazioni quando altri hanno usato il Paradiso senza fare le opportune manutenzioni"

Più informazioni su

Il Faro on line – È in corso una discussione sul futuro del Paradiso sul Mare e Fratelli d’Italia prende posizione sulla prestigiosa ed unica struttura nata per essere Casinò ed attualmente gestita dalla ex Provincia ovvero l’Area metropolitana di Roma.
“Voglio fare una doverosa premessa su questa complessa faccenda. Se la Provincia e poi l’Area metropolitana non avessero buttato al vento oltre dieci anni di affitto per la sede dell’Istituto alberghiero di Via delle Bouganville, oggi avremmo un altro Istituto nuovo di zecca e il Paradiso sul Mare completamente ristrutturato.”

Interviene così Romeo De Angelis già Consigliere Provinciale, attuale Dirigente nazionale Fdi e continua “Parliamo di quasi un milione e trecentomila euro l’anno, se non ricordo male, cosa che ha trovato la mia avversione nelle Commissioni in cui abbiamo affrontato il tema in Provincia. Visto che la cosa va avanti tranquillamente credo di essere stato l’unico a sollevare il problema. Un vero peccato, soprattutto perché oggi l’Area metropolitana ci vuole restituire un Paradiso sul mare ridotto veramente male, sui cui vanno spesi milioni di euro per l’incuria della Provincia e poi dell’Area Metropolitana, che lo hanno utilizzato per decenni come Istituto Alberghiero. Di certo è giusto che questa struttura ritorni, ma il Comune si deve cautelare in ogni modo, non possono essere i cittadini di Anzio a pagare le costose ristrutturazioni quando altri hanno usato il Paradiso senza fare le opportune manutenzioni.”

“Abbiamo lavorato a lungo per riportare il Paradiso sul Mare alla città quando ero Assessore alla Pubblica Istruzione, facendo sempre presente però che la struttura ci doveva essere restituita integra e non come è ridotta oggi.” Interviene Marco Del Villano consigliere Capogruppo di Fdi ” Sul futuro del Paradiso sul Mare la posizione di Fratelli d’Italia è chiara: noi crediamo che se la legge nazionale e la situazione economica lo rendessero possibile, il Casinò sarebbe la prima prestigiosa opzione.

Purtroppo oggi la legge non lo consente ed i Casinò hanno i bilanci in rosso al momento, per questo pensiamo che per la straordinaria ed unica storia di decine di famosissimi film d’autore girati al Paradiso sul Mare il cui elenco è impressionante, l’altra soluzione sia quella della creazione di un Museo del Cinema, con una funzione multiculturale della struttura, magari inserendo nel progetto il Museo della sbarco, oggi relegato in una stanza.

Il tutto lasciando uno spazio agli Istituti del territorio legati al turismo, come l’Alberghiero o il “Colonna Gatti”. Noi siamo stati in passato un’amministrazione di centro destra che ha restituito Villa Sarsina e la Ex Pretura al loro splendore ed all’uso della città.” Continua il Consigliere anziate e conclude così “Possiamo impostare per il futuro anche la sfida del Paradiso sul Mare”

Più informazioni su