Seguici su

Cerca nel sito

Centro accoglienza, Sel: “Il centrodestra ha inscenato una pantomima disgustosa e aberrante”

Il portavoce: "Garantire la sicurezza degli utenti del centro oltre che dei cittadini"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ciò che è successo lunedì a Fiumicino ci porta tristezza preoccupazione e angoscia. Una parte dell’opposizione della destra di Fiumicino, aiutata da organizzazioni neo fasciste e razziste provenienti da altri Comuni del Lazio, ha inscenato una pantomima disgustosa e aberrante. Hanno tentato di strumentalizzare alcuni cittadini di Fiumicino per l’arrivo di ragazzi richiedenti asilo politico nel nostro paese, raccolti nelle acque del Mar Mediterraneo pochi giorni prima.

Nel corso della giornata il tam tam di questi scellerati è  addirittura arrivato a sostenere che Fiumicino sia sull’orlo dell’invasione di migranti. L’odio e la violenza verbale hanno così prevalso sulla ragione. Veniamo ai fatti. La Prefettura di concerto con il Ministero degli Interni, presieduto da Alfano, sta dislocando in tutta Italia piccoli gruppi di rifugiati e richiedenti asilo politico. Chiariamo che parliamo di esseri umani, che scappano da torture, guerre e miseria. Donne, uomini e bambini che hanno avuto la sfortuna di nascere in luoghi del mondo meno fortunati del nostro”, è quanto dichiarano i portavoce di Sel Fiumicino.

“In questo caso – continua il comunicato – si parla di venti ragazzi che, dopo le peripezie di due anni di viaggio pensavano di arrivare a Fiumicino e trovare un po’ di tranquillità.
All’arrivo, invece, hanno trovato dei nemici che nemmeno conoscono.
Noi eravamo lì, con i nostri consiglieri comunali, il sindaco e le istituzioni a dar loro il benvenuto e a dimostrare che Fiumicino è una Città civile, accogliente e solidale.  A qualche esasperato vogliamo chiedere le ragioni del suo silenzio di fronte a due fatti molto chiari. Perché quando governavano hanno giustamente continuato a mantenere aperti i due centri accoglienza presenti sul territorio e a gestione comunale? Secondo, perché non esprimono indignazione  di fronte ad alcuni italiani che affittano appartamenti in nero a extracomunitari di cui non si conosce nulla, a prezzi esorbitanti senza garanzia e controllo?”

“Noi vigileremo affinché: sia garantita la massima sicurezza dalle forze dell’ordine, anche a garanzia degli stessi utenti del centro oltre che dei cittadini; i fondi pubblici non vengano sperperati dai gestori del centro e sia  rispettato il bando di assegnazione; i ragazzi si integrino con la Città; i cittadini vengano informati periodicamente della situazione;
Sel Fiumicino è, e sarà sempre, dalla parte dei più deboli, contro l’intolleranza, il  razzismo e a favore della solidarietà e della dignità delle persone”, conclude Sel.

Più informazioni su