Seguici su

Cerca nel sito

Centro Storico di Cerveteri: verso il rilancio! Via l’asfalto, torneranno i sampietrini

Il vicesindaco Zito: "Presentato alla Regione un progetto da 500.000 euro, di cui 150.000 già stanziati dall'Amministrazione Comunale"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il 14 Giugno è stata inviata la domanda di finanziamento alla Regione Lazio per il completamento del programma di riqualificazione del Centro Storico. “Una grande opportunità per la nostra comunità – ha detto Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – perché il Centro Storico possa tornare ad essere il simbolo di Cerveteri, un luogo d’incontro per i cittadini, un salotto per ospitare i turisti”. Il progetto è stato seguito da vicino dal Vicesindaco di Cerveteri Giuseppe Zito.

“Il nostro Centro Storico – ha detto il Vicesindaco – che aveva perso la sua dignità, deturpato con la bitumatura dell’asfalto con cui era stata coperta la pavimentazione originaria. Dopo gli interventi di riqualificazione a favore di Via Roma e Via Agillina, conclusi lo scorso Maggio, col nuovo progetto vogliamo restituire al quartiere la sua immagine originaria, andando a ripristinare la pavimentazione in selciato e rimuovendo lo strato di asfalto che negli anni aveva coperto lo splendore della vecchia pavimentazione”.

Il contributo richiesto alla Regione Lazio nell’ambito della Dgr 195/2016 è di 350.000 euro, a fronte di un investimento complessivo di 500.000 Euro. La quota a carico del Comune, pari a 150.000 Euro, era sta stanziata dall’Amministrazione Comunale nel Bilancio di Previsione 2016/2018. Gli interventi riguarderanno Via di Santa Maria, Piazza Tripoli, Via Ripetta, Piazza Vicinatello, Via dell’Arco Scuro, Vicolo dei Pozzi e parte della pavimentazione di Largo della Boccetta. Il progetto di riqualificazione prevede la pavimentazione in cubetti di selce tradizionale nelle vie carrabili, ed in lastre di basalto per i marciapiedi e le zone destinate al ristoro presso gli esercizi commerciali del Centro.

Un progetto completo, che prevede, oltre ai lavori di ripavimentazione, anche il potenziamento degli impianti di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche ed altri elementi di arredo urbano. 

Più informazioni su