Seguici su

Cerca nel sito

Pallavolo: Rossi confermato per un altro biennio a Latina

Il centrale giocherà la sua terza stagione consecutiva prolungando il suo contratto fino alla stagione 2017/2018

Più informazioni su

Il Faro on line – Tra arrivi e partenze alla Top Volley Latina ci sono anche conferme importanti, così dopo quelle del palleggiatore Daniele Sottile e dello schiacciatore Gabriele Maruotti (attualmente convocati in Nazionale e impegnati a Cracovia nella Final Six di World League), arriva la conferma anche del centrale Andrea Rossi che giocherà a Latina la sua terza stagione consecutiva e che ha prolungato il suo contratto fino alla stagione 2017/2018.

“A Latina mi sono trovato subito bene, sono molto contento di poter continuare qui in un contesto molto positivo e in una città accogliente – spiega Rossi – per uno sportivo questo è un ambiente ideale, una città che offre parecchio e che ha il mare molto vicino, permette di avere i giusti spazi e di godere della spiaggia anche nelle giornate invernali: non sono uno che parla troppo e preferisco tenere le emozioni per me, però ci tengo a dire che qui sto bene e anche con il pubblico ho un buon rapporto”.

Rossi ha mantenuto la sua maglia numero 13. “Rispetto al primo anno mi sento molto più maturo, devo ammettere che l’inizio della mia avventura a Latina è stato un po’ anomalo perché ero un po’ bloccato dall’idea di dover dimostrare a tutti di potermi meritare una maglia da titolare qui – ricorda il centrale – quando ho capito che questo poteva essere un grosso limite le cose per me sono andate molto meglio. Che campionato mi aspetto? Stiamo allestendo una squadra competitiva e come negli ultimi anni sono sicuro che faremo bene: poi nel corso della stagione vedremo dove si potrà arrivare. La società è prestigiosa, 45 anni non sono pochi e per me è un onore farne parte. Sono molto fiducioso negli elementi di esperienza che abbiamo come Sottile, Maruotti e poi c’è Fei. Spero anche che il pubblico continui a sostenerci e a spingerci: dagli spalti può arrivare una grossa scossa”.

Più informazioni su