Seguici su

Cerca nel sito

Il Setterosa pronto per Rio 2016. Ecco le convocate

Italia a Rio, in un girone di ferro, con Russia, Australia e Brasile, padrone di casa. Ma il cuore azzurro è grande

Più informazioni su

Il Faro on line – E’ stata una grande stagione, quella disputata dal Setterosa italiano. Ed infine, il premio più importante, che le ragazze azzurre si sono viste consegnare in piscina, è stata la qualifica olimpica. E’ accaduto, in Olanda, durante il torneo preolimpico di Gouda, dove il team femminile, guidato dal Ct Fabio Conti, è salito sul primo gradino del podio. Passo dopo passo, il Setterosa si è ritagliato il suo posto sull’aereo per Rio 2016, disputando anche un grande Europeo di Belgrado, dove il bronzo ottenuto, lo ha di diritto iscritto, al torneo olandese. Già, lo scorso anno a Kazan, le atlete italiane avevano brillato anche ai Mondiali, conquistando il terzo posto, sul podio.

Il 15 luglio, al termine della Benu Cup, sull’Isola Margherita di Budapest, dove le olimpioniche di Rio, hanno chiuso il torneo, con una sola sconfitta in tasca, perdendo con l’Australia, per 10 a 8, bronzo olimpico a Pechino 2008 e Londra 2012, sono stati diramati i nomi delle campionesse della pallanuoto italiana, che andranno a difendere i colori azzurri alle Olimpiadi brasiliane. Tra di esse, solo il capitano Tania Di Mario vanta il titolo olimpico, ottenuto ad Atene 2004, insieme alle sue leggendarie compagne di squadra. Per i Giochi di Rio 2016, la squadra azzurra guidata da Fabio Conti a bordo vasca, lotterà fino alla fine, per ottenere il podio.

Quello più ambito e sognato, da ogni atleta. Quello a Cinque Cerchi. Ecco l’elenco delle 13 convocate: Laura Teani ed Elisa Queirolo (Plebiscito Padova), Roberta Bianconi e Giulia Emmolo (Olimpiakos), Rosaria Aiello, Federica Radicchi, Arianna Garibotti e Giulia Gorlero (Despar Messina), Teresa Frassinetti (Bogliasco Bene), Aleksandra Cotti (Rapallo Pallanuoto), Francesca Pomeri (Città di Cosenza), Chiara Tabani (Mediostar Prato), Tania Di Mario (L’Ekipe Orizzonte).

Alessandra Giorgi

Più informazioni su