Seguici su

Cerca nel sito

La Corte di Arenaro riapre con la XIV edizione del festival internazionale di musica

Il Festival rafforza il suo legame con il territorio e rappresenta un'occasione d’incontro e di aggregazione sociale

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’Associazione culturale Sic Itur Ad Astra è lieta di presentare la XIV edizione del Festival Internazionale di Musica che si svolgerà dal 5 al 26 agosto p.v. presso la Corte di Arenaro a Torre in Pietra. Anche quest’anno il direttore artistico è riuscito ad allestire un programma di altissimo livello, accattivante e vario tale da soddisfare ogni esigenza del pubblico. Il Festival, anno dopo anno, rafforza sempre più il suo legame con il territorio ed oggi rappresenta una irrinunciabile occasione d’incontro e un fondamentale punto di aggregazione sociale in grado di richiamare un pubblico sempre più vasto proveniente non soltanto dalla località ospitante ma anche dalle città vicine, Roma compresa.
La musica classica, un tempo  ritenuta, erroneamente, esclusivo appannaggio di un pubblico ristretto, grazie ad iniziative come il festival che ne promuovono conoscenza e passione, sta divenendo patrimonio comune” – informano dal comitato organizzatore.

“Noi – proseguono gli organizzatori dell’evento – siamo tra coloro che ritengono che la ‘musica colta’ di cui l’Italia vanta una grande tradizione ed un vastissimo repertorio, debba essere accessibile a tutti e  possa essere apprezzata anche dai giovani a  condizione che si offra  loro la possibilità di ascoltarla. Purtroppo il mondo giovanile, mancando di una adeguata educazione all’ascolto, è portato a considerare la musica classica impegnativa e noiosa ma se si riuscisse a fargli ascoltare, anche una sola volta, brani di compositori come Beethoven, Mozart o Chopin, certamente saprebbe apprezzarne bontà e modernità. Per promuovere adeguatamente la diffusione della conoscenza della musica classica servono idee innovative che portino a cambiamenti radicali quali, ad esempio, dare concerti non soltanto nei grandi teatri ma anche nelle scuole, nei club ed in varie sale, privilegiando, in particolare quelle lontane dai normali circuiti culturali”.

“Quindi per avvicinare i giovani alla musica classica è indispensabile facilitarne l’accesso  rendendolo a portata di mano. Se avverrà questo cambio di mentalità, come noi auspichiamo e per cui continuiamo a batterci, l’obiettivo che può sembrare impossibile potrà essere, invece, facilmente raggiungibile. Con questa consapevolezza – prosegue la nota del comitato organizzatore – ed allo scopo di aprire ancor più al mondo giovanile e a quello del volontariato, tanto diffuso nel nostro territorio, ma anche e soprattutto per rendere più facile l’accesso alle persone più svantaggiate, l’associazione ha deciso di consentire l’ingresso gratuito al concerto di apertura del festival in programma per il giorno 5 agosto p.v., alle ore 21.00, in cui si esibiranno una giovane soprano ed una pianista, entrambe spagnole, che eseguiranno musiche adatte ad ogni tipo di pubblico.

“Questa iniziativa – spiegano gli roganizzatori – che trova il consenso del nuovo Assessore alla Cultura del Comune di Fiumicino, Arcangela Galluzzo, cui vanno i nostri ringraziamenti per la sensibilità e l’interesse dimostrati nei riguardi della manifestazione, ha come scopo quello di promuovere e trasmettere la passione per la musica classica, intesa nei suoi molteplici aspetti e le sue diverse funzioni con l’auspicio che essa possa diventare un bene per la persona, uno strumento di crescita culturale ed arricchimento spirituale per ciascuno di noi.
Ed è con questo auspicio che ci accingiamo ad inaugurare la XIV edizione del festival che si conferma appuntamento ricorrente imperdibile, evento significativo e particolare, capace di trasformare la località di Torre in Pietra, almeno una volta all’anno, in centro culturale importante, in vero crocevia di scuole, lingue e culture diverse con l’arrivo di artisti provenienti da ogni parte del mondo”.

“La nostra gratitudine va a tutti coloro che hanno creduto nella bontà della nostra iniziativa e che, a vario titolo, hanno contribuito al raggiungimento di risultati cosi lusinghieri che ci ripagano di tante fatiche. Ci sia consentito, infine – concludono dal comitato organizzante – di esprimere un particolare, sincero ringraziamento al direttore artistico, Silvia Murolo, per il suo prezioso lavoro, la sua competenza e professionalità”.

Più informazioni su