Seguici su

Cerca nel sito

La lettera – “Passoscuro come Malagrotta” 

In una lettera aperta l'allarme lanciato da una residente

Più informazioni su

Il Faro on line – “Sono giorni che la situazione si protrae in questo modo e col passare delle ore aumenta in maniera davvero preoccupante la quantità di rifiuti lasciati in tantissimi punti della cittadina da chi non pratica la raccolta differenziata porta a porta. Il risultato è che già all’ingresso di Passoscuro, vicino alla rotonda con scritto ‘Benvenuti’, vi sono enormi cumuli di spazzatura proprio vicino alla barca simbolo della sagra della tellina. Cumuli che stanno raggiungendo un metro e mezzo di altezza! Un bel biglietto da visita non c’è che dire”.

“Inoltre agli angoli di tantissime strade, sotto gli alberi, in prossimità dei varchi di accesso alla spiaggia, accanto ai muri delle villette, ovunque, si vedono sacchi dell’immondizia, rifiuti puzzolenti, formiche e scarafaggi, cocci di vetro rotti, residui di anguria e altre tipologie di immondizia che col caldo va in putrefazione.
L’anno scorso qualcuno ha dato fuoco ai rifiuti nei mesi estivi, con le conseguenze che immaginerete, perché ciò accadde di notte e vicino a veicoli parcheggiati in strada. Gli operatori ecologici fanno il loro dovere, ma i controlli tanto decantati dall’Amministrazione non riescono a bloccare il fenomeno che, ripeto, giorno dopo giorno, si aggrava con conseguenze oltre che sul decoro di Passoscuro, anche per la salute pubblica”.

“Spero che qualcuno si svegli e ripulisca tutti i cumuli di immondizia dando poi luogo a serrati controlli perché non è giusto che i cittadini che pagano la Tari debbano poi sopportare nei mesi estivi questa gravosa situazione per colpa, presumo, dei bagnanti. Vi ringrazio”.  

Renata

Più informazioni su