Seguici su

Cerca nel sito

M5S: “Il Pd ed i consigli che fanno acqua”

Floccari: "Le autobotti militari presenti sul territorio non sono purtroppo autorizzate al trasporto di acqua per uso idropotabile"

Più informazioni su

Il Faro on line: “Ringrazio il Consigliere Marco Piendibene per avere, dall’alto della sua pluriennale esperienza da consigliere comunale, suggerito una possibile manovra utile ad alleviare il disagio della ridotta fornitura idrica alla città di Civitavecchia da parte di Acea: chiedere all’Esercito di inviarci in supporto una autobotte adibita al trasporto di acqua potabile. Nel corso della Conferenza Stampa del Sindaco di stamane, il consigliere Pd ha platealmente consegnato al primo cittadino un appunto secondo il quale dalla Caserma Piave sarebbe potuto prontamente uscire un’autobotte da adibire a tale scopo. Raccolto al balzo il suggerimento, ho provveduto a contattare i vertici della Caserma ed ho potuto constatare la loro pronta disponibilità a collaborare, per il tramite della Prefettura di Roma e del Comando Forze di Difesa Sud, ma anche che le autobotti militari presenti sul territorio non sono purtroppo autorizzate al trasporto di acqua per uso idropotabile” – lo dichiara in una nota Fulvio Floccari, Consigliere Comunale del M5S.

“In altri termini non si può autorizzarne l’uso, che tra l’altro mi si conferma essere oneroso, per fornire acqua adatta alla cottura dei cibi o ad altro uso domestico. Ho comunque chiesto al Dirigente ai Lavori Pubblici di sollecitare da Prefettura un intervento sull’Amministrazione Difesa che renda autorizzabili a tale trasporto i suddetti mezzi. E’ inoltre in corso un bando per il nolo a caldo di autobotte privata. Rispedisco pertanto il suggerimento al Consigliere Piendibene, augurandomi che la prossima volta lo stesso sia più cauto nel compiere gesti plateali ed esporre indelicatamente autorevoli istituzioni militari come invece avvenuto stamane. Colgo l’occasione per ringraziare l’Esercito Italiano ed il Comandante Gibono, per la prontezza e la disponibilità dimostrata in questo frangente” – conclude Floccari.

Più informazioni su