Seguici su

Cerca nel sito

Sequestrati oltre 46 Kg di pesce dalla Guardia Costiera

Il prodotto ittico era privo delle informazioni obbligatorie in materia di rintracciabilita'

Più informazioni su

Il Faro on line – Sequestrati 46 Kg di pesce ed elevati oltre 10.000 euro di sanzioni amministrative. E’ il bilancio dei controlli del personale della Capitaneria di Porto e della Guardia Costiera di Roma, coordinato dal Comandante Fabrizio Ratto Vaquer, presso alcuni ristoranti sul Lungomare Amerigo Vespucci di Ostia, circa le modalità di commercializzazione e messa in vendita di prodotti ittici.

La squadra di polizia marittima della Capitaneria di Porto, in parte con la Delegazione di Spiaggia di Ostia, carabinieri, polizia, guardia di Finanza, polizia di Roma Capitale, Asl Roma D e Ispettorato del Lavoro, ha accertato la presenza di quattro ristoranti, di cui uno etnico, che detenevano all’interno della cella frigorifera del proprio esercizio commerciale, ai fini della somministrazione alla clientela, prodotto ittico privo delle informazioni obbligatorie in materia di rintracciabilità, e di un ristoratore che deteneva, ai fini della somministrazione alla clientela, pesce preconfezionato rapidamente deperibile con etichetta riportante la data di scadenza superata.

Le operazioni di controllo “proseguiranno ininterrottamente su tutto il territorio – informa la Capitaneria – con l’intento di assicurare un adeguato livello di tutela della salute di tutti i consumatori della vasta zona del litorale e dell’hinterland romano”.

Più informazioni su