Seguici su

Cerca nel sito

Guardia Costiera di Gaeta: contrasto alla pesca di frodo

Sequestrati oltre un quintale di prodotti ittici pericolosi per la salute e relativa attrezzatura subacquea 

Più informazioni su

Il Faro on line – Al termine di specifica attività di vigilanza e controllo nell’ambito della più ampia operazione di “Mare Sicuro 2016”, i militari della Guardia Costiera di Gaeta, hanno accertato, al termine di monitoraggi notturni, nel Comune di Gaeta e precisamente in località “Peschiera”, la presenza di pescatori sportivi intenti ad asportare dai piloni di sostegno del pontile petroli, oltre un quintale di molluschi bivalvi e precisamente “Mytilus galloprovincialis”, più comunemente noti con il nome “cozze”, occultati all’interno di sacchi.

La zona di mare oggetto di intervento peraltro è interdetta ad ogni attività di pesca subacquea da specifico provvedimento ordinatorio della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Gaeta, ai fini della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana in mare, in quanto utilizzata dalle navi petroliere come bacino evolutivo di manovra in ingresso al pontile petroli. Attesa l’attività illecita in atto, i militari operanti hanno proceduto al sequestro del prodotto ittico illegalmente catturato e raccolto, nonché della relativa attrezzatura subacquea utilizzata, elevando nei confronti degli stessi, processi verbali amministrativi del valore di oltre 2.000 Euro.

Il prodotto sequestrato, ancora vivo, è stato poi rigettato in mare nei pressi della prospiciente costa rocciosa, attraverso l’ausilio delle unità navali della Guardia Costiera intervenute in loco. Tale prodotto illecitamente pescato, qualora non sequestrato dai militari della Guardia Costiera, sarebbe stato immesso sul mercato e finito sulla tavola degli ignari consumatori, senza però le garanzie di tracciabilità e di salubrità come previsto dalle vigenti norme di settore.

L’odierna operazione di polizia marittima, è stata possibile sia attraverso una preventiva attività info-investigativa svolta sul territorio da parte degli uomini del Nucleo operativo d’intervento portuale (Noip), sia grazie alle segnalazioni pervenute agli Uffici del Comando della Guardia Costiera di Gaeta. La vigilanza in mare e sulle coste continua a tutela della serena e sicura fruizione del pubblico demanio marittimo e della tutela dell’ecosistema marino da parte della Guardia Costiera di Gaeta.

Più informazioni su