Seguici su

Cerca nel sito

Raggi e Daga: “L’acqua è un bene pubblico essenziale, stop aumenti in bolletta per il 2016”

M5S Fiumicino: "Il Sindaco Raggi ha chiesto una rimodulazione della tariffa per tutelare il bene dei cittadini di Roma e provincia"

Il Faro on line – “Il 27 luglio il Sindaco di Roma Virginia Raggi ha partecipato alla Conferenza dei Sindaci dell’Ato2 che aveva all’ordine del giorno l’approvazione della nuova tariffa idrica per il periodo 2016-2019 oltre che agli investimenti nelle reti e depurazioni fognature. Per la prima volta la Conferenza Ato2 di Roma e provincia ha lavorato bene, c’era il numero legale e Roma era presente addirittura nella persona del Sindaco. Al M5S la proposta di Acea Ato2 Spa di aumentare dal 2016 le bollette dell’acqua non piaceva, e così il Sindaco Raggi ha chiesto una rimodulazione della tariffa che al 2016 prevede nessun aumento e la proposta è stata approvata dai Sindaci presenti, finalmente per tutelare il bene dei cittadini di Roma e provincia” – lo dichiara in una nota il M5S Fiumicino.

“I portavoce del M5Stelle – prosegue la nota – sono riusciti a fermare l’aumento della bolletta dell’acqua deciso dall’Autorità dell’Energia per il 2016: se non lo avessimo fatto, avremmo avuto da subito un incremento della tariffa del 4,9%; ebbene, il M5S questo aumento lo ha fermato avanzando una proposta che soddisfa anche i soci privati di Acea, un’azienda che deve rimanere in salute e che può farlo indirizzando i propri piani nell’esclusivo interesse dei cittadini. Così Roma fa valere il suo 51%. L’acqua è un bene comune essenziale alla vita e noi stiamo lavorando con la prospettiva di far rispettare il referendum del 2011. Certo, lo stop per quest’anno non basta: vogliamo vederci chiaro e avvieremo da subito un’interlocuzione con l’autorità per l’energia elettrica e il gas per esaminare e intervenire sulla tariffa”.

“È un impegno che i comuni dell’Ato2, che hanno votato questa proposta, vogliono portare avanti per una maggiore trasparenza e per poter finalmente avere voce in capitolo. Come vedete, c’è chi fa politica sui giornali e chi fa politica per i romani, c’e’ chi scrive lettere meschine per mendicare titoli sulla stampa e chi lavora per il bene della citta’. Noi, felici di stare dalla parte giusta della storia. http://www.federicadaga.net/…/caltagirone-cede-quote-di-ac…/ ” – conclude il M5S.