Seguici su

Cerca nel sito

Cani abbandonati, una piaga costante

Decine gli interventi della Protezione civile di Fiumicino. Ultimo episodio: legato a una ringhiera davanti al supermarket

Il Faro on line – E si fa sempre più prezioso in estate il lavoro della Protezione Civile, quando la bella stagione e l’arrivo delle ferie fanno diventare la piaga dell’abbandono degli animali ancora più allarmante. L’ultimo episodio proprio alcuni giorni fa: un cane di piccola taglia è stato lasciato legato ad una ringhiera all’entrata di un supermercato, forse nella speranza che qualcuno si impietosisse e si prendesse cura dell’animale. Immediato l’intervento dei volontari della Protezione Civile: per il cane, sprovvisto di microchip, si sono aperte purtroppo le porte del canile municipale, dove l’animale rimarrà in attesa di un padrone – decisamente più ‘umano’ – che lo adotti.

Ma questo è solo l’ultimo dei 298 interventi che sono stati effettuati, da gennaio ad oggi, dall’associazione Nuovo Domani e di questi ben 220 riguardano il miglior amico dell’uomo. Per fortuna nel 75% dei casi i cuccioli hanno ritrovato i loro padroni, grazie al microchip, alle foto postate sul sito della Protezione Civile e al tam tam di segnalazioni sui social media. In moltissimi casi il legittimo proprietario è stato ‘invitato’ a regolarizzare la posizione dell’animale, con l’iscrizione, obbligatoria, all’anagrafe canina e l’impianto del microchip. Un sistema, questo, che non solo consente un più facile ricongiungimento del cane smarrito al suo padrone, ma che costituisce un’arma potente contro il fenomeno dell’abbandono.

Ed è proprio per dire stop a questi episodi che dalle pagine del sito internet dell’associazione Nuovo Domani è partita una campagna di sensibilizzazione che esorta i proprietari a rimanere fedeli, anche in estate, ai loro amici a quattro zampe. Perché, quando le ferie si avvicinano, l’amore per gli animali non va in vacanza!