Seguici su

Cerca nel sito

Il sindacato di Polizia e i cittadini di #latina arrestano il degrado urbano.

Elvio Vulcano: "Daremo voce e supporto a tutte quelle iniziative locali che mirano ad una maggiore sicurezza dei cittadini"

Il sindacato di Polizia e i cittadini di Latina arrestano il degrado urbano

Il Faro on line – Il Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti ha aderito alla splendida iniziativa, promossa dal gruppo Latina Degrado Urbano, di pulizia del parco Q4 – Q5 tenuta nel pomeriggio di giovedì u.s.. Al programma hanno collaborato, come avviene da tempo, altre associazioni e comitati territoriali, tra i quali: Quartieri Connessi, Parco Natura Q4, Comitato Spontaneo Latina Degrado Urbano, Associazione “Noi ci Siamo” e diversi residenti locali.

Il Segretario Provinciale di Latina del Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti Elvio Vulcano ha cosi esordito: “la nostra adesione è un segno di vicinanza nei confronti dei cittadini del territorio, sono in molti infatti a lamentare una scarsa presenza delle forze dell’ordine in questi due enormi quartieri. La nostra partecipazione alla pulizia del percorso ciclopedonale ci ha permesso di condividere con i residenti preoccupazioni e ansie derivanti dalla limitata percezione di sicurezza che si respira nel territorio.”

Molteplici le iniziative territoriali del Movimento dei Poliziotti, tra cui la nascita di un gruppo su Facebook denominato “Presidio di Polizia per i quartieri Q4 -Q5 di Latina”, che ha registrato nei pochi giorni successivi alla messa in rete oltre 700 iscrizioni, che auspicano la realizzazione di un Commissariato della Polizia di Stato in loco.
L’iniziativa è stata apprezzata anche dal presidente di “Quartieri Connessi” Ferdinando Cedrone. Ha concluso Vulcano: “daremo voce e supporto a tutte quelle iniziative locali che mirano ad una maggiore sicurezza dei cittadini, come l’iniziativa di Marco Checchinato del comitato Latina Degrado urbano denominata ‘vicinato attivo’, che esorta a segnalare ogni eventuale situazione sospetta ai propri vicini di casa e alle forze dell’ordine.”