Seguici su

Cerca nel sito

Germania: la Bundesbank chiede per i tedeschi la “pensione a 69 anni”

L'allarme: "Se il sistema non cambia, gli attuali ventenni prenderanno solo il 40% della retribuzione media", otto punti in meno della percentuale attuale.

Più informazioni su

Il Faro on line – La Bundesbank mette in guardia i tedeschi: nel 2060 dovranno lavorare “fino a 69 anni”, quattro in più di quanto fanno finora e due in aggiunta a quanto prevede il governo. Lo riporta in apertura il quotidiano ‘Die Welt’ riferendo di un monito del bollettino mensile della Banca centrale tedesca: “se il sistema non cambia, gli attuali ventenni prenderanno solo il 40% della retribuzione media”, otto punti in meno della percentuale attuale.

Il quotidiano riporta anche una reazione del governo che “respinge la proposta” e “continua a puntare sulla pensione a 67 anni” nel 2029 con un 43% dello “stipendio medio” come limite minimo consentito per legge nel 2030. Nell’inserirsi con “parole chiare nell’attuale dibattito sulle pensioni”, la Bundesbank però ritiene “inevitabili ulteriori adeguamenti” del sistema pensionistico affinché “continui a funzionare”, scrive la Welt.

Più informazioni su