Seguici su

Cerca nel sito

Tunisino annega per salvare i suoi due figli

I due ragazzi era trascinati dalla corrente stavano per annegare. Loro si sono salvati. Sta meglio ed è stato dimesso Giovanni Rametta, 33 anni di Vittoria (Rg), ricoverato in ospedale il giorno di Ferragosto per sindrome di annegamento,

Tunisino annega per salvare i suoi due figli

Il Faro on line – Un tunisino di 49 anni è annegato a Scoglitti (Ragusa), in località Costa Fenicia, nel tentativo di salvare i suoi due figli che trascinati dalla corrente stavano per annegare. Una donna poliziotto fuori servizio ha sentito il grido di aiuto di uno dei due ragazzi e l’ha portato a riva. Solo dopo si è accorta che in acqua vi erano due persone in difficoltà, ma quando sono state recuperate per una di loro, il padre dei due ragazzi, non c’era più nulla da fare. Quando è arrivata l’ambulanza del 118 il personale sanitario ha potuto solo constatare il decesso dell’uomo che risiedeva a Vittoria.

Il soccorritore

Sta meglio ed è stato dimesso Giovanni Rametta, 33 anni di Vittoria (Rg), ricoverato in ospedale il giorno di Ferragosto per sindrome di annegamento, dopo aver tentato di salvare il tunisino di 49 anni, morto nel tentativo di salvare i suoi due figli che erano in difficoltà per il mare ondoso. Rametta si era tuffato in acqua dopo che aveva notato il tunisino, in difficoltà tra le onde, ma senza riuscire a salvarlo, anzi rischiando la propria vita. Poi era stato portato a riva grazie alla catena umana promossa dalla poliziotta Lucia Scarpello, in servizio presso il commissariato Porta Nuova di Palermo, e in vacanza a Scoglitti (Rg) che dopo aver salvato il bambino di 11 anni, ha tentato di evitare la morte del tunisino senza però riuscirci.