Seguici su

Cerca nel sito

#ardea, al posto dell’Isola ecologica… un giro di giostra foto

L'area prescelta era occupata con regolare permesso da un giostraio. Rifiuti lasciati in strada per protesta

Il Faro on line –La giornata ecologica era iniziata male, allorché alle 7 della mattina il geometra direttore dei lavori incaricato dal Comune di sistemare l'”isola volante” nel parcheggio di via Bergamo ha trovato l’area occupata da giostrai che avevano montato un grosso palco e parcheggiato i loro automezzi. Subito sono stati avvertiti il dirigente all’ambiente Paolo Terribili e il vice sindaco reggente Lucia Anna Estero, che a loro volta hanno fatto intervenire la polizia municipale per capire cosa stesse accadendo.

Intanto sul posto venivano provocatoriamente abbandonati rifiuti da quanti non preventivamente avvertiti dagli uffici, pensavano di trovare un posto dove scaricare. Strano che il SUAP dell’ufficio commercio e il comando della polizia municipale che hanno espresso parere favorevole per la manifestazione non si siano coordinati con l’ufficio ambiente e ancor meno con la squadra della sezione ambiente della municipale, Innescando una confusione al limite della turbativa di ordine pubblico.

Nessuno aveva pensato al fatto che il giovedì nel parcheggio di via Bergamo si svolge la giornata ecologica, non avendo il comune di Ardea alcuna isola ecologica come le hanno tutti gli altri paesi limitrofi.

Il geometra direttore dei lavori insieme al responsabile della Soc. Igiene Urbana, hanno suggerito al dirigente di poterla provvisoriamente far svolgere nello spiazzo antistante il complesso immobiliare delle Salzare, lungo la via Litoranea. Proposta accettata dal dirigente e avallata dal vice sindaco sul posto fin dalle 7.30; così è arrivato il lieto fine, risolvendo la situazione, alleviando il disagio dei cittadini ed evitando che questi andassero ad ingrassare le tante discariche abusive disseminate sul territorio.

Sul posto la pattuglia del settore ambiente capitanata da Cap. Aldo Secci che ha mantenuto l’ordine pubblico e assicurata la viabilità. Il vice sindaco in collaborazione con le Guardie Ambientali e un agente della municipale ha seguito tutta l’operazione fino alla chiusura della raccolta, dirigendo addirittura gli operai dell’igiene urbana fatti giungere da lei nel piazzale di via Bergamo per far ripulire lo stesso dai rifiuti abbandonati ad inizio giornata per protesta.