Seguici su

Cerca nel sito

#Rio2016, Nicolai – Lupo in finale. Il beach volley azzurro sogna

L’Italia giunge in finale, tra le prime 4 squadre del torneo e si assicura la sua 24esima medaglia olimpica. All’alba del 19 agosto .. arriverà l’oro?

#Rio 2016, Nicolai – Lupo in finale. Il beach volley azzurro sogna

Il Faro on line – Una super finale attende il duo azzurro, Paolo Nicolai e Daniele Lupo. Dopo il loro impegnativo girone C, di qualificazione, chiuso al terzo posto, con 4 punti in tasca, sono arrivati, spediti in finale. Un cammino impegnativo il loro, dove hanno affrontato e superato la Polonia, per 2 a 1, nel Lucky Loser e proseguito il percorso sulla sabbia di Rio 2016, battendo i compagni di Nazionale, Carambula Raurich e Ranghieri, agli ottavi del derby azzurro, vincendo la sfida di casa, con il risultato di 2 a 0.

Ai quarti di finale, hanno sfidato la Russia, battendosi sotto rete e conquistando un prezioso 2 a 0 a favore. Approdati dunque, alla semifinale del 17 agosto, hanno incontrato un’altra coppia russa (Krasilnikov – Semenov), vinta, per due set a zero.

Sono arrivati trionfalmente, allora, fino alla loro prima finale olimpica. Nella Beach Volleyball Arena, adagiata sulla spiaggia di Copacabana, la coppia del beach volley maschile, dell’Aeronautica Militare, disputerà la partitissima conclusiva, contro i padroni di casa del Brasile. Fortissimi. Ma fortissimi, lo sono anche i campioni dell’Italia Team, che già una storica e sicura medaglia, hanno già al collo. Sarà quella color oro?

I tifosi italiani dovranno attendere fino alla notte, tra il 18 ed il 19 agosto. Alle 4.59, ora italiana, scenderanno a piedi scalzi sulla sabbia, divisa azzurra sulle spalle ed occhialini sugli occhi, sotto rete, per affrontare una imponente coppia verdeoro. Alison – Bruno Schmidt venderanno cara la pelle, di fronte al pubblico di casa. Tuttavia, i ragazzi azzurri non molleranno di un passo, di una schiacciata e di un baker, sotto il cielo di Copacabana.

La storia quando arriva, è sempre affascinante da vivere e se il cuore di un atleta si spinge un po’ più in là, senza paura, allora, la leggenda arriva. Sveglie alla mano e beach volley nel cuore. Nicolai e Lupo giocano la loro finale olimpica, tra le prime 4 squadre del torneo. Già, questa è leggenda.