Seguici su

Cerca nel sito

#civitavecchia, Pd: “Addio ai giardinetti e ai campetti di via Betti?”

Il Gruppo Consoliare: "Il nostro intervento non è una sterile critica, ma una sollecitazione a cercare una soluzione tenendo in considerazione la realtà odierna del quartiere"

Civitavecchia, Pd: “Addio ai giardinetti e ai campetti di via Betti?”

Il Faro on line – “Abbiamo letto che l’Amministrazione Comunale ha siglato un protocollo d’intesa con l’Ater per la “rigenerazione” via Betti che, come noto, è delineata per buona parte dal caseggiato delle case popolari. Dalla conferenza stampa tanti buoni propositi quali la condivisione dello studio di fattibilità con i residenti, rapidità dell’intervento che non durerà oltre i 12 mesi (siamo sicuri?), nessun disagio per gli inquilini che, secondo le rassicurazione di Comune e Ater, usciranno dalla vecchia abitazione e contestualmente entreranno in un nuova caseggiato ‘parcheggio’ per poi rientrare nella nuova casa. Bene.

Non ci preoccupa nemmeno il cospicuo aumento delle volumetrie (un 35% in più dichiarato nella conferenza stampa congiunta) perché questo, almeno, permetterà di dare una prima risposta ai tanti che sono in attesa di un alloggio popolare da troppo tempo. Certo sarebbe opportuno, prima di qualsiasi decisione definitiva, prospettare un quadro economico certo per coloro che hanno acquistato alcune di quelle case popolari e che domani si troveranno a dover pagare di tasca propria parte di quel restyling senza scelta alternativa. Si è pensato a coloro che potrebbero non avere alcuna possibilità di sostenere un nuovo mutuo? E poi si è pensato alla staticità dei palazzi di via G. Matteotti che sono attigui a quelli che dovranno essere demoliti e ricostruiti?

E infine la riflessione che vogliamo rendere pubblica è questa: le nuove edificazioni interesseranno anche l’area dei giardinetti intitolata al compianto Gianni Graziuso? Se così fosse risulta incomprensibile come si possa rinunciare ad uno dei pochi spazi ricreativi disponibili per il quartiere, tra l’altro ristrutturato con soldi pubblici dopo oltre un anno di lavori e riconsegnato alla Città solo da un paio di mesi. Quello spazio è un punto di ritrovo per tanti: i giardinetti, le panchine accolgono anziani e giovani mamme con le carrozzine e i campetti polivalenti sono frequentati a tutte le ore dai più giovani… Insomma un luogo di aggregazione nevralgico per il quadrante centrale. Siamo certi che non si possa pianificare qualcosa di meglio?

Il nostro intervento non vuole essere una sterile critica, piuttosto una sollecitazione a cercare una soluzione più consona tenendo in considerazione la realtà odierna del quartiere. Forse il Consiglio Comunale avrebbe potuto formulare qualche proposta spendibile sulla quale poter riflettere insieme” – comunicato del Gruppo Consiliare del Pd di Civitavecchia.