Seguici su

Cerca nel sito

#Rio2016, argento storico e bagnato di pioggia, per Lupo – Nicolai a Copacabana

Prima medaglia olimpica, nella storia del beach volley azzurro. Impresa italiana a Rio

Il Faro on line – Arriva l’argento, sotto la pioggia e sulla sabbia bagnata di Copacabana, Daniele Lupo e Paolo Nicolai conquistano il titolo di vicecampioni olimpici. Ha vinto un grande Brasile, di forza e di cuore. Ma tanto cuore, è stato dato, sotto il cielo di Rio, anche dalla coppia azzurra, che non ha mai mollato di un manciata di punti e di sabbia.

La gara

In una gara difficile, Daniele e Paolo hanno combattuto sotto rete, fino all’ultimo secondo del match, di fronte alla coppia verderoro campione del mondo e vincitrice di ben 9 ori, nella World Tour. In Olanda, nel 2015, Alison Cerutti e Bruno Schmidt, quest’ultimo erede di nonno Oscar, leggenda del basket brasiliano, avevano vinto il titolo iridato ed ancora un oro prezioso è giunto, ai Giochi.

Tuttavia, la storia ha strizzato l’occhiolino ai due azzurri che dalla qualifica alla finale, della notte tra il 18 ed il 19 agosto, sono entrati nella storia del beach volley, italiano. 19/21 e 17/21. Questo è il risultato nato dai due set disputati, al Maracanazhino, sulla spiaggia di Copacabana. 2 a 0 per il Brasile, ma con la consapevolezza che l’Italia sia entrata nella storia di questo sport, praticato da tantissimi appassionati, anche nel Bel Paese. Per due volte, nel primo periodo, la coppia dell’Aeronautica Militare ha sfiorato il sogno di poter portare a casa, l’oro olimpico, allungando sul Brasile, in quel momento in affanno. Tuttavia, i campioni del mondo, di casa, si sono imposti, costantemente.

La medaglia

La medaglia numero 24, per l’Italia Team, a Rio 2016, allora è arrivata e con i colori d’argento. Un gioiello da custodire e ricordare con emozione, in bacheca. A Londra 2012, Lupo e Nicolai erano arrivati quinti. Dunque, 4 anni di crescita e di duri allenamenti. Il metallo del secondo posto ripaga dei loro sacrifici. La storia ha giocato sotto rete e si è fatta trovare lì, per loro. Il titolo di vicecampioni olimpici è un alloro importante e a Tokyo 2020, saranno ancora protagonisti. Furono i brasiliani ad ottenere l’argento alle scorse Olimpiadi e l’Italia può ripercorrere, questi passi verdeoro, ai Giochi, sotto al Monte Fuji.

Nell’alba italiana, le nuove leggende azzurre hanno ricevuto la loro medaglia d’argento, olimpica. E con il sorriso, sul viso.