Seguici su

Cerca nel sito

Acqua a #fregene, terminata la petizione per l’Acea: 1218 firme per “conquistare” un diritto

Molti casi sono stati denunciati: impossibile farsi la doccia la mattina; manca la potenza per far partire le caldaie, impossibile bere nei piani alti delle case

Acqua a #fregene, terminata la petizione per l’Acea: 1218 firme per “conquistare” un diritto

Il Faro on line – Alla fine sono state ufficialmente 1218 (ma si sta ancora contando, potrebbero salire di qualche decina) le firme per chiedere il sacrosanto diritto ad avere acqua nelle case a Fregene. Molti casi sono stati denunciati: impossibile farsi la doccia la mattina; manca la potenza per far partire le caldaie, impossibile bere nei piani alti delle case.

Poi ci sono le continue perdite idriche nelle strade, acqua letteralmente buttata. La raccolta di firme sarà presentata con urgenza all’Acea, al sindaco ma soprattutto al Prefetto di Roma chiedendo un intervento .

A proporre la petizione sono state le associazioni “Vivere Fregene”, “Confcommercio Fiumicino” e “Nuovo Comitato Cittadino di Fregene”. Lo stop alle firme è stato messo il 16 agosto: “Si deve provvedere il prima possibile – ribadisce Angelo Giavara di Vivere Fregene – E al tempo stesso rimaniamo sconcertati nel continuare a vedere dispersioni idriche sulle nostre strade dovute alle rotture delle tubature. Se Acea non ascolterà la nostra petizione una volta che gli è stata consegnata, evidentemente prenderemo altre vie per vedere la problematica risolta”.