Seguici su

Cerca nel sito

Rio 2016, argento per l’Italvolley. Oro ad un grande Brasile

La maledizione dell’oro continua. Ma i ragazzi azzurri non si arrendono. A Tokyo 2020, ci riproveranno

Più informazioni su

Rio 2016, argento per l’Italvolley. Oro ad un grande Brasile

Il Faro on line – Una finale eroica, quella che la Nazionale Italiana di Pallavolo maschile ha disputato contro i campioni del mondo, del Brasile. Passo passo, accanto ai grandi verdeoro, mai completamenti tranquilli, né sottorete, né in tabellone, i giocatori azzurri hanno costantemente provato a vincere, la medaglia più preziosa.

I 3 risultati, degli altrettanti set disputati, non sono mai stati netti, nei confronti dei nuovi campioni olimpici di casa. Gli azzurri, che hanno conquistato uno splendido argento, che va a coronare un torneo memorabile, non si sono mai arresi, e lo hanno fatto dando il cuore, e non solo da parte dei veterani, guidati in campo da capitan Birarelli, ma anche da parte dei giovani e dai debuttanti, a questa Olimpiade, come lo splendido Giannelli, che spesso ha messo paura e palle imprendibili a fondo parquet, alle spalle dei brasiliani.

IL RACCONTO DELLA PARTITA
Una partita in assoluto equilibrata, dove tuttavia gli azzurri vicecampioni olimpici, non sono riusciti ad imporre in modo perfetto, il loro gioco stabile e deciso. Nei momenti importanti del match, il Brasile ha alzato le braccia verso la rete e ha respinto con decisione i continui attacchi degli azzurri, che sono saliti, infine, sul secondo gradino del podio. Un 3 a 0 in tasca, quello che il Brasile, osannato da un pubblico entusiasta e sempre presente, ad ogni azione, segna nella storia delle sue Olimpiadi, all’ombra del Cristo Redentore. Il coraggio della Nazionale di coach Blengini non è riuscito a conquistare, i sogni di gloria olimpici. Il muro verdeoro, come gli attacchi portati avanti dalle legnate di Lipe, Lucas, come anche Wallace, ha difeso in modo continuo, un risultato, quasi al 90%, sempre a suo favore. Un profondo fiato sul collo, comunque, da parte dei ragazzi azzurri ha minacciato continuamente, il vantaggio dei padroni di casa, che sono stati costretti, grazie alla determinazione tricolore, di portare avanti la partita, che poteva essere chiusa, già al secondo set. Lì, la brillantezza di Giannelli, come gli attacchi di Zaytsev hanno ribaltato il destino della gara. Almeno, per un periodo, ancora. E i punti si sono rincorsi, su e giù, in tabellone. Pareggi continui e continui, sospiri ed emozioni, da parte dei tifosi italiani. Il 25 a 23 dell’ultimo set giocato tra le due squadre in lotta, per l’oro, dimostra che mai, gli azzurri hanno indietreggiato di un baker, di un muro oppure, di una schiacciata. Sempre lì a provarci. Tuttavia, la forza del Brasile ha avuto la meglio e gli azzurri hanno salutato con onore, l’Olimpiade di Rio.

CONCLUSIONI E SPERANZE PER TOKYO 2020
L’Italia del volley ha sognato insieme ad una grande squadra. Di grande personalità, coraggio e determinazione, capace di sfoderare il coniglio dal cilindro, nei momenti di difficoltà. E la semifinale, con gli Usa, lo dimostra. L’argento vinto dai ragazzi tricolori è un grande risultato. Tuttavia, per la terza volta, la pallavolo maschile non riesce a salire sul primo gradino del podio, ma i talenti sottorete sono in crescita e l’ossatura esistente, promette di mantenere forte la formazione, per i prossimi anni.

BRASILE-ITALIA 3-0 (25-22 28-26 25-23) ITALIA: Birarelli 9, Zaytsev 16, Lanza 4, Buti 2, Giannelli 2, Juantorena 14, Colaci (L). Rossini, Antonov 2, Sottile, Non entrati: Vettori, Piano. All. Blengini BRASILE: Lucarelli 5, Mauricio Souza 8, Wallace 19, Lipe 12, Lucas 7, Bruno 1, Sergio (L). William, Evandro, Mauricio Borges, Non entrati: Eder, Douglas. All. Bernardinho. ARBITRI: Zenovic (Rus) e Cespedes (Dom). Spettatori: 10000. Durata set: 29, 37, Italia: bs 18, a 2, mv 8, et 27. Brasile: bs 13, a 8, mv 10, et 23. (segue commento completo)

Foto : Federazione Italiana Pallavolo

Più informazioni su