Seguici su

Cerca nel sito

Rio 2016, sigillo di bronzo di Frank Chamizo, nella lotta libera

A 36 anni dall’oro di Pollio, a Mosca 1980, arriva la medaglia azzurra di Chamizo

Più informazioni su

Rio 2016, sigillo di bronzo di Frank Chamizo, nella lotta libera

Il Faro on line – Una splendida medaglia di bronzo è arrivata sul tatami circolare, della lotta libera. E Frank Chamizo, dopo aver conquistato il Mondiale di Las Vegas nel 2015 e l’Europeo di Riga nel 2016, ha messo un altro prezioso suo sigillo in questa lunga stagione sportiva. E a Rio, e all’ombra della bandiera a Cinque Cerchi, lo specialista della lotta libera, ha fatto centro nella finale per il terzo posto.

Sotto le luci del Carioca Arena 2, Chamizo ha affrontato una pool impegnativa, nella quale mai, si è risparmiato e mai si è arreso. Solo in semifinale, dopo un grande quarto vinto con il georgiano Iakobishvili, per 4 a 3, si è fermato di fronte al campione di Londra 2012, l’azero Togrul Asgarov. Frank non è riuscito a passare alla finale per l’oro, segnando in tabellone, un risultato a sfavore di 7 a 4. Probabilmente, frutto di errori arbitrali. Stando alla perplessità, sorta da questo risultato. Tuttavia, in seguito, con il punteggio di 5 a 3, si è imposto, riprendendosi una grande rivincita, nell’incontro che ha regalato al campione mondiale in carica, la medaglia di bronzo olimpica, confrontandosi con l’americano Frank Aniello Molinaro. E la 28esima medaglia azzurra è giunta, in questi Giochi brasiliani. Nonostante la grande gioia per questo successo prezioso, a margine della gara, come indicato dal comunicato diffuso dalla Fijlkam, regna un velo di delusione, nelle parole di Chamizo, che desiderava, salire sul primo gradino del podio: “Sono deluso, perché sono arrivato qui, per prendermi l’oro – dichiara Frank, continuando – così non è stato”. Ma, come lui stesso sottolinea, salire sul podio olimpico, è qualcosa di straordinario. In questo modo, lo confessa: “Essere sul podio, alle Olimpiadi, è sempre e comunque, un sogno”.

Un grandissimo incontro, è stato quello di Frank, nella categoria di appartenenza dei 65kg, dove il nuovo bronzo di Rio, ha dovuto lottare con i più grandi: “E’ di altissimo livello – ha detto Chamizo – e la competizione è stata ovviamente, molto dura”. Anche il tecnico della lotta libera azzurra, Filiberto Delgado spiega come il suo campione di bronzo, abbia affrontato la competizione: “L’Olimpiade è davvero particolarissima. Frank ha sentito troppo la pressione. Non era quello di sempre. Dopo la semifinale, si è ricaricato per andarsi a prendere la medaglia di bronzo. Corona, un percorso eccezionale”.

E un altro grande successo, per la Fijlkam e per il mondo degli sport da combattimento, d’Italia, è arrivato.

Foto : Fijlkam

Più informazioni su