Seguici su

Cerca nel sito

#tarquinia, ArgenPic: Quel “Piccante” che è più di una Festa

Silvana Passamonti Presidente Associazione Borgo dell'Argento Tarquinia: "Far conoscere il peperoncino, la sua storia, la sua cultura"

Tarquinia, ArgenPic: Quel “Piccante” che è più di una Festa

Il Faro on line – Il Presidente dell’Associazione Borgo dell’Argento di Tarquinia, Silvana Passamonti, ideatrice della manifestazione ArgenPic, nel ringraziare quanti hanno collaborato al successo della sua seconda edizione da poco conclusa, sia a livello organizzativo che di partecipazione (espositori e vivaisti), già da appuntamento a quella del 2017 annunciando nuove sorprese oltre quelle presentate quest’anno. Intanto Ipse Dixit, la delegazione romana dell’Accademia Italiana del Peperoncino presieduta da Antonio Bartalotta, ha invitato ufficialmente la delegazione tarquiniese unitamente ai vincitori delle tre sezioni del Premio Letterario-Giornalistico ArgenPic Scrivere Piccante, alla III^ edizione della manifestazione capitolina “Strenne Piccanti” 2016.

«Far conoscere il peperoncino, la sua storia, la sua cultura. Promuovere lo studio e la ricerca sulla sua produzione, sulle sue qualità e la sua utilizzazione nel campo della gastronomia, della cosmesi, della farmacologia e della medicina sono le finalità peculiari dell’Accademia Italiana del Peperoncino, fondata nel 1994 dal giornalista Enzo Monaco, alla quale l’Associazione Borgo dell’Argento è affiliata. La divulgazione delle peculiarità e la conoscenza delle caratteristiche della spezia più amata del mondo rientrano anche negli obiettivi della Festa ArgenPic in un’area, quella della Maremma laziale, dove negli ultimi anni, grazie anche all’Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, sono state avviate ricerche scientifiche presso l’Azienda Dimostrativa Sperimentale di Tarquinia che vanta, tra l’altro, una delle collezioni di varietà tra le più importanti dell’Italia centrale. Numerose anche le aziende private che si stanno dedicando, in questa zona, alla coltivazione e alla commercializzazione di alcune specie di Peperoncino piccante e al confezionamento di prodotti alimentari e specialità che lo contengono come ingrediente principale o aggiunto, costituendo, fatto non secondario, una fase interessante nell’ambito dei profili delle nuove economie emergenti.

La Festa del Peperoncino ArgenPic, seppur alla sua seconda edizione, si inquadra nell’ampio raggio delle manifestazioni di settore che si svolgono in Italia con in calendario eventi, momenti di approfondimento tematici di carattere scientifico, culturale e divulgativo legati ad una pianta ed al suo frutto dalle innumerevoli proprietà benefiche ed ormai di uso quotidiano nella gastronomia e non solo. Degustazioni, stand gastronomici, cene a base di piatti tipici locali accompagnati dai migliori vini laziali, corner di informazione specifica, presentazioni di libri, mercatini e mostre sono stati gli elementi centrali della manifestazione che Tarquinia Lido ha ospitato sulle sponde del Tirreno, dal 12 al 15 agosto scorsi, insieme a momenti di intrattenimento con spettacoli (concerti, teatro e cabaret) della concomitante rassegna di Porto Clementino Festival giunta alla sua XI edizione.

Quest’anno abbiamo avviato anche un’iniziativa di carattere letterario e giornalistico con la prima edizione del Premio ArgenPic Scrivere Piccante per coinvolgere scrittori, poeti e chi della scrittura è professionista (con argomenti storici e tecnici), per approfondire temi legati al “piccante” anche al di là delle sensazioni delle papille gustative in senso stretto, là dove il “bruciore”, invece, accompagna stati d’animo e di vita, le passioni e l’eros, i sentimenti e le quotidianità che graffiano dentro. Ringraziamo gli autori che ci hanno voluto accompagnare in questa proposta con l’invio dei loro lavori dalla Lombardia alla Calabria fino alla lontana, ma sempre vicina nel cuore, Argentina.

Abbiamo voluto onorarli con la pubblicazione di un’antologia, che ha raccolto le opere finaliste, e ci rammarichiamo non poter aver ospitati tutti i concorrenti, nelle sue pagine, per ragioni di spazio. Non è stato facile neanche per la Giuria, composta da scrittori, poeti, giornalisti, docenti, medici, personaggi espressione del mondo teatrale, cinematografico, editoriale e televisivo, opinionisti ed esperti, esprimersi e giudicare attraverso un voto quali fossero le opere migliori. Sono rimasti colpiti da tutti gli scritti ed ognuno per un particolare preciso, ma alla fine hanno dovuto assegnare qualche punto in più a quelle di maggior gradimento nella lettura.

Oltre ai Giurati del Concorso, agli espositori ed ai vivaisti intervenuti, un sentito Grazie va anche a tutti coloro che ci hanno aiutato e sostenuto nell’organizzare il complesso degli eventi della Festa ArgenPic, come l’Avad, l’Arsial, l’Associazione Culturale Oltrepensiero, l’Aster Academy International, la BCC di Roma, il Centro Benedetti, l’Hotel La Torraccia, la Federazione Associazioni Folkloriche Italiane, Prospettiva Editrice e gli organi di informazione che, tramite i giornali e nel web, ci hanno seguito con particolare attenzione.

Arrivederci all’edizione 2017 e alle tantissime nuove sorprese che riusciremo a mettere in campo anche grazie all’annunciata collaborazione di Ipse Dixit, la Delegazione Romana dell’Accademia Italiana del Peperoncino. Il Presidente Antonio Bartalotta ha già invitato la delegazione di Tarquinia a partecipare alla III edizione di “Strenne Piccanti” che si svolgerà a Roma tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre prossimi. Nel corso della manifestazione capitolina più importante dell’anno per Ipse Dixit, saranno presentati anche i vincitori delle tre categorie (letteratura, giornalismo e poesia) del Premio ArgenPic 2016. – Silvana Passamonti Presidente Associazione Borgo dell’Argento Tarquinia