Seguici su

Cerca nel sito

Sostegno ai terremotati dal Sindaco di #minturno

Il sindaco Stefanelli: "Minturno ha bisogno di un piano di protezione civile”

Sostegno ai terremotati dal Sindaco di Minturno

Il Faro on line – A poche ore dal terremoto che ha interessato il Centro Italia il Sindaco Gerardo Stefanelli manifesta la vicinanza ed esprime la solidarietà dei concittadini alle popolazioni colpite dal violento sisma.

“Tutti i minturnesi – dichiara il capo dell’amministrazione – sono partecipi del dolore e del disagio vissuti dagli abitanti e dai turisti delle zone tormentate dalle ripetute scosse telluriche. Come già accaduto in passato, in simili circostanze, la mia comunità non farà mancare il suo concreto sostegno“.

“Sono in costante contatto telefonico – continua il Primo Cittadino- con il Responsabile del Gruppo Comunale della Protezione Civile, Michele Camerota, impegnato in queste ore ad Illica, frazione di Accumoli (Rieti), insieme ad altri volontari della mia città e del Lazio, nel montaggio di un campo di accoglienza. Abbiamo concordato di non promuovere, per ora, raccolte di viveri e di indumenti ma di attendere i prossimi giorni per l’avvio di iniziative di solidarietà, che certamente saranno supportate con slancio e generosità dalla cittadinanza”.

“Come Sindaco – aggiunge il dottor Stefanelli – dinanzi all’ennesima emergenza terremoto nel nostro Paese, sono convinto del fatto che sia necessario predisporre a Minturno un Piano aggiornato di Protezione Civile, in modo da essere pronti ad affrontare eventuali calamità registrate in futuro nel nostro comprensorio. Mi ero già confrontato, nelle scorse settimane, con il geometra Michele Camerota circa l’esigenza di dotare l’Ente di un piano per gestire in modo meno affannoso le difficoltà, come quella legata alla crisi idrica, avvertita nelle ultime settimane nella nostra città”

“Nei prossimi mesi – conclude il Sindaco Stefanelli – cercheremo di redigere un Piano aggiornato di Protezione Civile e organizzeremo anche delle simulazioni per istruire la cittadinanza circa i comportamenti più opportuni da adottare nei casi di emergenza”.