Seguici su

Cerca nel sito

#serieA, mazzata sul Sassuolo. Antonino Ragusa non era tesserato: 3-0 a tavolino. Persa la vetta della classifica

Il Sassuolo fa ricorso immediatamente: "Lecito l'utilizzo del giocatore"

#serieA, mazzata sul Sassuolo. Antonino Ragusa non era tesserato: 3-0 a tavolino. Persa la vetta della classifica

Il Faro on line – Mazzata del giudice sportivo al Sassuolo per quella che, se il ricorso non verrà accolto, sarà certamente una delle ingenuità più clamorose della serie A. Il Sassuolo Per le vetta della classifica la squadra presidente Squinzi che, nella seconda giornata di serie A vinta contro il Pescara per 2-1, ha fatto entrare in campo un giocatore non ancora tesserato: si tratta di Antonino Ragusa. Il giudice sportivo, infatti, per tale motivo ha inflitto la sconfitta a tavolino per 3-0 consegnando di fatto il successo alla squadra di Massimo Oddo che ora sale a quota 4 punti in classifica scavalcando proprio Berardi e compagni.

LA DECISIONE DEL GIUDICE SPORTIVO

“Il Giudice sportivo – si legge nel comunicato ufficiale -, letti gli atti relativi alla gara Sassuolo-Pescara; rilevato che il Sassuolo ha utilizzato in campo (dal 65′ al termine della gara) il calciatore Ragusa Antonino, tesserato in data 26 agosto 2016, il cui nominativo era stato inserito nella distinta di gara; considerato che l’inserimento di tale nominativo nell'”elenco di 25 calciatori” non era stato trasmesso alla Lega a mezzo PEC entro le 12 del giorno precedente la gara, come tassativamente previsto dalla vigente normativa federale (CU 83/A del 20 novembre 2014), e che tale omissione comporta la sanzione della perdita della gara (ibidem n.9) ai sensi dell’art. 17, comma 5, lett. a) CGS, P.Q.M.; delibera di sanzionare il Sassuolo con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3″.

LA REPLICA DEL SASSUOLO

Immediata la risposta della società emiliana. “Il Sassuolo, con riferimento al comunicato ufficiale del Giudice Sportivo, con il quale è stata comminata alla scrivente la sanzione della sconfitta per 0-3 all’esito della gara Sassuolo-Pescara, preso atto delle motivazioni poste alla base del citato provvedimento, comunica di avere posto in essere, ritualmente e tempestivamente, ogni adempimento prescritto dai vigenti regolamenti per il tesseramento del calciatore Antonio Ragusa, ritenendo, pertanto, regolare l’impiego del predetto atleta nella partita in questione”. È quanto scrive il club emiliano dopo aver appreso della sconfitta a tavolino del match contro il Pescara. “Considerato, comunque, che l’addebito mosso dal Giudice Sportivo riguarda un aspetto tecnico-informatico, comunica, altresì, di avere avviato le opportune verifiche finalizzate all’accertamento di quanto accaduto in relazione alla funzionalità del sistema informatizzato, ultimate le quali proporrà reclamo avverso la decisione del Giudice Sportivo per il ripristino del risultato conseguito sul campo”, si legge ancora nella nota diffusa dal Sassuolo.