Seguici su

Cerca nel sito

#cerveteri, in Sala Ruspoli la fotografia come distorsione della realtà

Fino al 4 settembre in mostra le opere di Massimo De Luca

In Sala Ruspoli la fotografia come distorsione della realtà

Il Faro on line – Prosegue in Sala Ruspoli, in Piazza Santa Maria a Cerveteri la mostra del fotografo Massimo De Luca, “Realtà… riflessa”.

“Dopo l’inaugurazione avvenuta durante la nostra Sagra dell’Uva e del Vino – ha detto Federica Battafarano, Vicepresidente del Consiglio comunale di Cerveteri – questa emozionante esposizione fotografica rimarrà visitabile fino Domenica 4 settembre. Massimo De Luca è un artista e fotografo del nostro territorio, con una lunga esperienza alle spalle. Recentemente abbiamo visto le sue opere in mostra a Santa Marinella, Tarquinia e Civitavecchia ed invitarlo ad esporre anche nella nostra Sala Ruspoli è stato immediato. Tra l’altro, alcune delle opere di Massimo sono state selezionate per partecipare ad un prestigioso concorso internazionale che si tiene negli Stati Uniti, il Magnum and Lens Culture Photography Awards 2016, dove gli auguriamo di ottenere moltissimi riconoscimenti”.

Massimo De Luca è fotografo dal 1972. Dopo varie partecipazioni a concorsi nazionali ed internazionali dal 1991 collabora con lo studio fotografico “Foto 100 Asa” di Santa Marinella. La mostra “Realtà… Riflessa” è principalmente uno studio sulle forme ed i colori in uno spaccato di mondo in continuo movimento. Dice l’artista: “Amo fotografare e fermare in immagini tutto ciò che mi emoziona. Dopo tanti anni da professionista, ancora non riesco a fare a meno di fotografare con passione e cercare continuamente nelle immagini nuovi stimoli. Partendo da un semplice specchio di ciò che esiste, le immagini conducono l’osservatore dentro un’altra dimensione del reale, fino ad arrivare in un universo parallelo continuamente cangiante nelle forme ed i colori, quasi immaginario ma che, in effetti, è solo distorsione della realtà.

“Realtà… Riflessa” si compone di oltre 40 fotografie in formato 40×60 stampate su pannelli di alluminio. La mostra rimarrà aperta tutti i pomeriggi e tutte le sere. L’ingresso è gratuito per tutti.