Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, Ponte 2 Giugno, la Regione ha chiesto un’integrazione per le fondamenta

Ritardi accumulati anche per l’inefficienza iniziale dell’OpenGenio

Più informazioni su

Fiumicino, Ponte 2 Giugno, la Regione ha chiesto un’integrazione per le fondamenta

Il Faro on line – Si chiama Opengenio, ma tanto genio non è se ha bloccato per settimane la procedura per il rifacimento del Ponte Due Giugno. A far data dal 5 agosto 2016 è stata infatti avviata la procedura guidata di accreditamento degli Sportelli Unici dell’Edilizia, in ottemperanza a quanto previsto dal DPR 380/2001 in tema di autorizzazioni sismiche, ma questo ha creato qualche ritardi nei progetti di Fiumicino.

Se tutto fosse stato fatto nei tempi previsti, infatti, la certificazione avrebbe dovuto già essere a disposIzione del Comune di Fiumicino ad inizio agosto, per poter procedere. Ma quel genio di Opengenio non ha elaborato le carte che gli erano arrivate, e non potendo più effettuare la procedura cartacea, tutto si è fermato.

Non solo, ma nel mentre il responsabile del procedimento si è fratturato una spalla, con la conseguenza che è stato sostituito da un altro che, dopo ad aver visionato tutte le pratiche, ha deciso di chiedere un’intergazione rispetto alle fondamenta del nuovo ponte. Altro tempo perso, altro allungamento.

Orientativamente, a questo punto, i lavori potranno inziare (e finire), ad ottobre, visto che a metà settembre c’è la riunione definitiva e ci vorrà un mesetto per il grosso dei lavori.
Lavori che alla collettività, chiavi in mano, costeranno in tutto circa 880.000 euro. Va ricordato che il precedente progetto per l’allargamento del ponte costò solo quello 800.000 euro circa.

Più informazioni su