Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, festa patronale della parrocchia Santa Maria Madre della Divina Provvidenza

Sabato 3 settembre ancora grande comicità, con lo spettacolo di Antonello Costa, in assoluto uno dei comici più conosciuti e apprezzati dal pubblico

Fiumicino, festa patronale della parrocchia Santa Maria Madre della Divina Provvidenza

Il Faro on line – Entra nel vivo la Festa patronale della parrocchia Santa Maria Madre della Divina Provvidenza, all’Isola Sacra. Dopo l’esibizione di Santino Strano con la sua ‘Bailando’ e dei Fratelli Hernandez a ritmo di musica latinoamericana, ora sarà la volta del grande cabaret: aprirà le danze venerdì 2 settembre, Luciano Lembo, direttamente da Sky Comedy Central e Radio Globo. Un artista celebre per le sue imitazioni e improvvisazioni, rese note negli anni attraverso la sua esperienza all’emittenza radiofonica romana e non solo.

Sabato 3 settembre ancora grande comicità, con lo spettacolo di Antonello Costa, in assoluto uno dei comici più conosciuti e apprezzati dal pubblico, che per la prima volta allieterà la Festa Patronale dell’Isola con la sua “Karacose”. Domenica 4 settembre l’appuntamento è già a partire dalle ore 14, con il 6° “Memorial Antonio Montopoli’’, tradizionale Cicloraduno Comunitario per bambini, ragazzi, giovani e famiglie: ritrovo ed iscrizioni alle ore 14, mentre la partenza è prevista per le 14:30.

Chiusura in grande stile la sera con ‘I Cristiani D’Avena’, la nota band che ripropone e rivisita le sigle dei cartoni animati, dagli anni ’70 ad oggi. Alle 23 finale pirotecnico con lo spettacolo dei fuochi artificiali, seguiti dall’estrazione della lotteria che offrirà in palio ai vincitori questa volta ben sei premi, tra cui un computer Hp All In One, un Iphone 5s, un Hp Notebook Pc, un Hp Pavilion X2 Detachable, un Televisore Lg 80cm/32 e infine una macchina Caffè Espresso ‘Ariete Caffè Retrò’. Tutte le sere, inoltre, si potranno gustare le prelibatezze della cucina e del maxi-braciere ai tavoli del ristorante “Aggiungi un posto a tavola”, oltre alla possibilità di tentare la sorte con la pesca di beneficienza o semplicemente tornare a casa con un ricordo dal ‘mercatino del cuore’.