Seguici su

Cerca nel sito

#santamarinella, i Carabinieri arrestano tre uomini

Denunciata anche una donna, responsabile di furto aggravato

#santamarinella, i Carabinieri arrestano tre uomini

Il Faro on line – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato S.L.V., e C.E.P., entrambi 21enni romeni, e denunciato in stato di libertà F.D., 22enne romena, poiché responsabili di furto aggravato.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Santa Marinella, dopo aver ricevuto la segnalazione del furto del telefono cellulare da parte di alcuni commercianti, hanno avviato immediata attività investigativa e si sono messi sulle tracce dei tre giovani, acquisendo una loro accurata descrizione e appurando che avevano agito con il medesimo modus operandi all’interno di più esercizi commerciali. Dopo aver distratto le vittime si appropriavano del telefono cellulare allontanandosi frettolosamente.

I militari, nel corso di attento controllo del territorio, hanno individuato tre giovani rispondenti alle descrizioni, mentre si aggiravano nel centro abitato, verosimilmente alla ricerca di altre vittime. Una perquisizione ha permesso di rinvenire la totalità della refurtiva che è stata riconsegnata, dopo poche ore, ai legittimi proprietari.

A quel punto i tre giovani sono stati condotti presso la caserma dei Carabinieri di Santa Marinella dove S.L.V. e C.E.P., trovati in possesso della refurtiva, sono stati arrestati mentre F.D. è stata denunciata in stato di libertà. Gli arrestati sono stati successivamente trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa dell’esecuzione del rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia.

In un contesto diverso, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Civitavecchia hanno arrestato anche P.C., 36enne romeno, colpito da Ordine di Carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni del Tribunale di Roma, per una serie di reati contro il patrimonio commessi in Roma e Ostia. L’uomo è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Civitavecchia dove dovrà scontare la pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione.