Seguici su

Cerca nel sito

Centrodestra: “A #latina inizio anno scolastico tra mille dubbi”

Calandrini, Marchiella, Celentano: il sindaco Coletta riferisca in Consiglio comunale su quanto fatto per l 'edilizia scolastica

A #latina inizio anno scolastico tra mille dubbi

Il Faro on line – I Consiglieri comunali del centro destra del comune di Latina avanzano una serie di perplessità sul regolare inizio dell’anno scolastico nei siti di competenza dell’amministrazione di Piazza del Popolo.

Con una interrogazione a risposta immediata – Question Time, indirizzata questa mattina al sindaco Coletta ed all’assessore competente, Nicola Calandrini e Andrea Marchiella di Fratelli d’Italia-An e Matilde Celentano della Lista Calandrini Sindaco, affrontano il tema dell’edilizia scolastica comunale chiedendo quali interventi siano stati posti in essere dall’amministrazione comunale per le operazioni di inizio dell’anno scolastico 2016-2017.

I tre consiglieri ricordano come le forze di opposizione, a luglio scorso, in considerazione dei tempi strettissimi della ripresa scolastica, proposero lo stanziamento di 50.000 euro da mettere a disposizione dei singoli dirigenti scolastici per i lavori urgenti, ma come la maggioranza prese tempo in nome di non meglio precisati “interventi strutturali” che si sarebbero dovuti portare avanti a livello comunale.

“Allo stato attuale quanti interventi strutturali siano stati attivati, con quali fondi, e con quali gare di affidamento dei lavori, fanno sapere gli interroganti,” non ci è dato ancora sapere. Le azioni amministrative non si esauriscono con dichiarazioni roboanti: serve, al contrario, rendicontare le scelte amministrative fatte…”

Un tema estremamente delicato quello affrontato, che pone più di un interrogativo alla vigilia dell’ apertura dell’anno scolastico e che dovrebbe trovare il Sindaco Coletta pronto a riferire al Consiglio comunale, e quindi alla Comunità, sul tipo di interventi messi in atto nei 74 plessi scolastici di competenza del Comune di Latina, al fine di rendere al meglio l’accoglienza dei ragazzi quando, a metà settembre, rientreranno a scuola.