Seguici su

Cerca nel sito

Roma 2024, Giovanni Malagò: “Una nuova candidatura per il 2028 ? Mi sento di escludere questa ipotesi. Anche per i quadrienni, a seguire”

Roma attende la decisione della Raggi. Intanto Malagò chiarisce che, una candidatura post 2024, è da scartare

Più informazioni su

Roma 2024, Giovanni Malagò: “Una nuova candidatura per il 2028 ? Mi sento di escludere questa ipotesi. Anche per i quadrienni, a seguire”

Il Faro on line – Si è svolta, il 6 settembre, la Giunta del Coni. A margine, della consueta riunione, post Olimpiade, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò ha chiarito alcuni concetti, sulla candidatura di Roma 2024. Nei giorni scorsi, il Governatore della Lombardia, Roberto Maroni, si era detto disponibile a lanciare Milano, nel 2028, se Roma Capitale avesse dato parere negativo. Discutendo di questo, a margine della Giunta, Malagò ha sottolineato: “Tecnicamente e formalmente, sarebbe possibile una candidatura nel 2028 – ha ribadito il Presidente, continuando – è già accaduto in passato. Tuttavia, non vogliamo percorrere questa strada”.

Da parte del Coni, come spiega il comunicato diffuso post Giunta, è stata adottata una strategia del rispetto, con l’obiettivo di non prevaricare nessuno. Malagò ha ribadito di voler rispettare ogni componente istituzionale, chiamata a dare il proprio assenso. Inoltre, con la scadenza prevista per il 7 ottobre, quando il Cio dovrà ricevere, secondo iter progettuale della candidatura, il dossier olimpico di Roma, il Presidente ha dichiarato che è possibile attuare delle modifiche anche, nei 6 mesi successivi, tale scadenza. In quanto, si può intervenire, su questo importante documento, prima che il Cio visiti la città di Roma, in febbraio, come di consuetudine, quando un luogo, viene proposto come host city: “Sarà sufficiente, che ogni requisito, corrisponda a quanto richiesto dal Cio e incontri l’approvazione degli ambientalisti”. Ha chiarito, ancora una volta, il comunicato diramato dal Coni.

Nel suo intervento, Malagò ha ribadito: “Credo di essere un buon conoscitore del Cio – ha detto, proseguendo – mi sento assolutamente di escludere una candidatura, non solo per il 2028, ma per molti quadrienni, a seguire”.

Più informazioni su