Seguici su

Cerca nel sito

Salvamento, ai Mondiali in Olanda, l’Italia conquista sei medaglie, nella seconda giornata di gare

Due ori dalla Meschiari e due medaglie dal capitano Pinotti, che annuncia il ritiro dalla Nazionale. All’esordio, Bonanni e Volpini conquistano il titolo iridato

Salvamento, ai Mondiali in Olanda, l’Italia conquista sei medaglie, nella seconda giornata di gare

Il Faro on line – Continua la serie positiva, dell’Italia ai Mondiali di Salvamento, in svolgimento, in Olanda. Nella seconda giornata di gare, dell’8 settembre, la Nazionale azzurra fa bottino di 6 medaglie. Si aggiungono a quelle vinte al debutto di manifestazione, da Federico Gilardi e Rossella Fiamini. Dunque, al momento, gli azzurri sono a quota 8 metalli e conquistano il secondo posto, provvisorio, nella classifica generale per nazioni, con in tasca, ben 388 punti. Davanti, solo la Nuova Zelanda con 455.

I DUE ORI DI SILVIA MESCHIARI

Tuttavia, i grandi risultati che l’Italia sta ottenendo a questi Mondiali ad Eindhoven e Noordwik, fa ben sperare, per il prosieguo della competizione, che avrà svolgimento, fino al 18 settembre. Dunque, sono state sei le medaglie conquistate dalla Nazionale, nel programma di gare, dell’8 settembre. Tra gli azzurri, protagonisti in piscina, Silvia Meschiari per due volte, è salita sul podio. Lo ha fatto, nella specialità individuale ed anche in quella a staffetta. E’ stata con la squadra delle ragazze, che per la prima volta, in giornata, ha messo al collo, l’oro. Lo ha fatto con Alice Marzella, Cristina Leanza e Samantha Ferrari, con il tempo di 1’20’’45, nella specialità dei 4×25 manichino. In seguito, tutta sola, nei 200 super lifesaver, ha conquistato il titolo iridato individuale, segnando un cronometro di 2’25’’23, in un percorso specifico, di passaggi, ogni 50 metri, agganciando il suo manichino a 150 metri, dal traguardo.

LE ALTRE MEDAGLIE AZZURRE

All’esordio, del loro primo Mondiale della carriera, invece, sono stati Francesco Bonanni e Federica Volpini, a gioire, sul podio olandese. Francesco lo ha fatto, ottenendo il suo titolo iridato unico e solo, per il momento, nei suoi speciali e consueti 100 metri manichino con pinne, con i quali nel 2013, aveva ottenuto l’oro ai World Games. Anche per questa volta, in Olanda, Bonanni fa bottino prezioso e mette al collo, l’oro mondiale. Lo fa, registrando il tempo di 45’’96. La Volpini replica il successo di specialità, del collega azzurro e arriva al traguardo, terza, in 53’’66. Si aggiungono poi, altri successi. Gli atleti tricolori, del salvamento italiano, ottengono altre tre medaglie. Un oro, un argento ed un bronzo. L’oro giunge da Federico Gilardi, che dopo quello conquistato nella prima giornata, nei 200 metri ostacoli, con tanto di record europeo, arriva un altro oro, nei 200 super lifesaver. E Gilardi, anche in questo caso, registra un primato. Quello mondiale. Con il tempo di 2’04’’87. L’argento arriva dal capitano della Nazionale e già 3 volte campione del mondo rescue, Federico Pinotti, che a margine della competizione, annuncia il suo ritiro dalle gare, in Nazionale. Una bellissima conclusione, per una straordinaria carriera. Ed il secondo posto ai Mondiali, ne è la sigla finale, adatta. Per lui, un argento dunque, nei 200 super lifesaver, con il tempo di 2’07’’85. Alle spalle, di Federico Gilardi. L’altra medaglia preziosa arriva dalla staffetta maschile, 4×25 manichino. Ed è il bronzo, a brillare al collo di Federico Pinotti, che fa bottino di 2 medaglie in giornata, di Daniele Sanna, Francesco Gilardi e Mattia Ponziani, con il timing di 1’06’’29.

Continuano, dunque, i successi degli azzurri ai Mondiali di Salvamento. E l’Italia aspetta, di gioire ancora.