Seguici su

Cerca nel sito

Lavori nelle scuole, la consigliera Onorati punta il dito sulla situazione di #passoscuro: “Ritardi cronici. Inaccettabile” foto

Onorati: "Tante le situazioni già segnalate alla fine dello scorso anno e non ancora risolte". Dal web continue segnalazioni. I social network invasi di commenti negativi

Lavori nelle scuole, la consigliera Onorati punta il dito sulla situazione di Passoscuro: “Ritardi cronici. Inaccettabile”

Il Faro on line – “Lunedì 12 settembre inizieranno le scuole ma quest’Amministrazione sembra non accorgersene. Problemi con il trasporto, con la mensa per pagamenti e iscrizioni per scolastico 2015/2016. La Sen System società che si occupa di organizzare i pagamenti e le relative comunicazioni alle famiglie è stata completamente assente. Tutto è finito nelle mani dell’impiegata comunale che si è dovuta sobbarcare di un enorme mole di lavoro.

Gli Istituti comprensivi di Fiumicino sono sette, ciascuno conta più di mille utenti, senza contare materne e nidi comunali. Quello che non riesco a capire perché certi servizi così importanti non possano essere potenziati, almeno in questi periodi”. Il «j’accuse» è della consigliera Giovanna Onorati, che prosegue: “L’utenza aumenta ma i servizi restano gli stessi carenti, incompleti; una totale disorganizzazione di questa amministrazione Montino.
Per non parlare delle ristrutturazioni delle scuole, manutenzione zero come pure zero sono gli interventi dei giardini delle scuole abbandonati a se stessi. Passoscuro ne è un esempio: un cornicione cadente non può essere ristrutturato, il comune risponde ai genitori, che in questi giorni si sono mobilitati, che non ci sono i soldi per l’intervento. Così il cornicione e l’area sottostante la transenniamo… Per non parlare della situazione interna alla scuola, intonaci che cadono. Se queste risposte date ai genitori sono vere quest’amministrazione farebbe bene a sbrigarsi a far fagotto, altrimenti intervenga con azioni concrete. Passoscuro è una scuola, ha bisogno di interventi strutturali che non possono essere liquidati con un “ non ci sono i fondi”; perché se pure non ci fossero – prosegue la Onorati – per le scuole vanno trovati. I giardini sono a pezzi e ringraziamo la scelta Montiniana di affidare i lavori alle fantomatiche cooperative che non hanno fatto nulla o poco e forse hanno dimenticato di inserire in elenco le manutenzioni delle scuole del nord del nostro comune”.

Nel tam tam sui social impazzano le segnalazioni: “Lavori che andrebbero eseguiti – è scritto in un post, con tanto di foto -: messa in sicurezza del giardino perimetrale, abbattimento delle 2 strutture in legno che risultano pericolanti, messa in sicurezza e rifacimento muri facciali del plesso scolastico, rifacimento muri interni, coibentazione a norma del tetto con relativa guaina catramata, infiltrazioni d’acqua. La sicurezza dei nostri figli viene prima di tutto”.