Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, Caroccia: “Tubature dell’acqua, procede la bonifica. Granaretto, colpa del costruttore”

Intervento dell'assessore Caroccia in merito ai lavori per la bonifica delle tubature da parte di Acea Ato2 e all'utenza della pubblica illuminazione di Granaretto

Fiumicino, Caroccia: “Tubature dell’acqua, procede la bonifica. Granaretto, colpa del costruttore”

Il Faro on line – Proseguono secondo la tabella di marcia i lavori per la bonifica delle tubature da parte di Acea Ato 2 in sinergia con l’Assessorato ai Lavori Pubblici. Attraverso un tavolo di coordinamento tra l’Amministrazione e l’Ente è stato stabilito un ordine di priorità e si è scelto di intervenire prima di tutto nelle località dove le perdite idriche individuate sono più ingenti e e le condutture, ormai fatiscenti, si rompono più di frequente.

“Sono già partiti quindi i cantieri per la bonifica delle tubature a Fregene in via la Plaia, a Focene in via dei Nautili, mentre saranno avviati a breve i lavori in via Valderoa e in via Piomarta all’Isola Sacra e in via Bussana a Fregene.
Il 15 settembre invece, la sovrintendenza darà il via libera all’apertura dei cantieri ad Aranova, in via Michele Rosi e via Crescini. Finalmente la rete idrica sarà estesa anche a queste zone, che fino ad ora non erano coperte dal servizio, andando così a sanare un’esigenza che i residenti aspettano da tempo” – lo dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia.

“L’utenza della pubblica illuminazione di Granaretto – dichiara in merito l’Assessore – morosa fa capo al costruttore, che a sua volta risulta moroso nei confronti Acea, che non fa la voltura al Comune di Fiumicino fino a che il costruttore non pagherà l’intero arretrato. Dopo la querelle dei giorni scorsi in cui le famiglie di Granaretto si lamentavano della diminuzione di potenza in atto e del possibile distacco dell’illuminazione pubblica, con conseguente aumento del rischio di arrivo di malintenzionati. Alessio Pietrogiuli, presidente Comitato cittadino di Granaretto, aveva affermato: “Granaretto a Palidoro è senza illuminazione pubblica da due giorni. Il Comune di Fiumicino da marzo 2016 non paga più le bollette di Acea e l’ente gestore dell’illuminazione pubblica ha provveduto, dopo innumerevoli solleciti alla pubblica amministrazione, ad abbassare il voltaggio e fra 15 giorni provvederà al distacco definitivo dei contatori”. Ma stando alla replica dell’assessore, le cose non starebbero così.