Seguici su

Cerca nel sito

#fiumicino, la Nautica porta lavoro, non uccidiamola. Appello all’Autorità portuale

Intervento del delegato del sindaco per la Nautica, David Di Bianco, dopo il blocco dei due ponti: "Urgente il dragaggio"

Fiumicino, la Nautica porta lavoro, non uccidiamola. Appello all’Autorità portuale

Il Faro on line – Nei giorni scorsi ci sono stati disagi per la concomitanza dei lavori al ponte e il guasto della passerella pedonale. Molti hanno espresso delle critiche verso l’amministrazione e qualcuno se l’è addirittura presa anche con le barche che dovevano transitare sul porto canale. “Spero che questi – afferma in una nota David Di Bianco, Delegato del Sindaco alla Cantieristica e allo sviluppo Nautico – siano commenti estemporanei dettati dal disaggio e non si diffonda una cultura di contrapposizione alla presenza delle barche da diporto. Purtroppo i pregiudizi verso la nautica sono ancora forti perché considerato un passatempo per soli ricchi ma non si pensa mai alle maestranze che ci lavorano e che fanno dell’Italia un paese dove c’è una produzione di eccellenza”.

“Per questo – prosegue – credo sia necessario ricordare che la presenza di imbarcazioni da diporto, oltre che da pesca, rappresenta un pezzo di economia del territorio, legato alla cantieristica nautica e all’indotto turistico che questa genera. Si deve riflettere, piuttosto, sulla fragilità di questa economia legata ad infrastrutture vecchie che hanno bisogno di interventi di aggiornamento urgenti. Non a caso la preoccupazione maggiore per le precarie condizioni del ponte 2 giugno è stata espressa al sindaco proprio dalle associazioni degli operatori della nautica.

Non tutti sanno che il guasto di una fune di sollevamento del ponte in pieno Agosto ne ha causato il fermo per due settimane, con imbarcazioni, anche di cittadini stranieri, rimaste bloccate invece di riprendere il mare verso i paesi di provenienza, oppure barche che dovevano rientrare in cantiere dopo il periodo estivo passato in mare. Questi problemi, è bene che si sappia, hanno provocato la perdita di numerosi contratti per le attività di rimessaggio e manutenzione, cioè «lavoro» che si è perso ed è andato in altre località limitrofe. Da qui l’urgenza di consentire il transito delle imbarcazioni appena è stato possibile riparare il guasto.

Quando inizieranno i lavori al ponte i disagi saranno notevoli per tutti, ma quando saranno terminati ne trarremo beneficio in termini di efficienza e sicurezza. Nel frattempo bisognerà comunque assicurare il sollevamento del ponte, anche se in misura ridotta, prima che il passaggio venga interdetto completamente per il tempo necessario alla sostituzione della piattaforma.

E’ necessario inoltre sollecitare l’Autorità Portuale ad intervenire in modo rapido sulla passerella pedonale, per dragare il porto canale e soprattutto la darsena. Da queste pagine rivolgo un appello al nuovo Presidente dell’Autorità Portuale Amm. Dell’Anna, affinché tenga in seria considerazione queste le necessità.
Nei mesi di settembre ed ottobre Fiumicino ospiterà degli eventi legati alla nautica che avranno come centro la darsena e arriveranno imbarcazioni ed espositori da tutto il paese.
L’amministrazione guidata dal Sindaco Montino, con cui ho il piacere di collaborare, sta facendo la sua parte per sostenere questo settore economico. Anche noi cittadini, le categorie professionali, le associazioni di zona, le forze politiche, dobbiamo concorrere a creare il giusto equilibrio e sinergie tra le varie esigenze e contribuire allo sviluppo economico complessivo”.

“E’ mia convinzione – conclude il delegato del sindaco, David Di Bianco – che se mettiamo da parte gli egoismi e puntiamo agli obbiettivi possiamo farcela”.