Seguici su

Cerca nel sito

#anzio, la Giostra dei colori cresce: nasce uno Sportello gratuito

Nuovi Corsi dedicati ai bambini e alle famiglie di Aprilia, Anzio, Nettuno e Ardea

#anzio, la Giostra dei colori cresce: nasce uno Sportello gratuito

Il Faro on line – La Giostra dei Colori, l’Associazione senza scopo di lucro che promuove la salute e il benessere di bambini e genitori con sede ad Aprilia ma con area di intervento anche ad Ardea, Anzio e Nettuno, si arricchisce di quattro nuove sezioni dedicate al potenziamento cognitivo, alle consulenze per sviluppare le competenze dei bambini autistici in ambito cognitivo e sociale, ai laboratori dedicati ai bambini e alla promozione dell’educazione della cultura e dello sviluppo personale. Sotto il coordinamento generale della presidente, la dottoressa Maria Romano – Psicologa e Mediatrice familiare – le attività verranno svolte con la consulenza per l’area clinica del dottor Carlo Calzone, Neuropsichiatra Infantile Primario dell’Unità Operativa Npi nell’Ospedale di Matera, e con la consulenza dell’area scientifica della dottoressa Carla Casale che coordina il lavoro di ricerca.

Molti i professionisti del settore di provata esperienza, Psicologi, Neuropsichiatri, Logopedisti, Educatori con specifica formazione, che sono impegnati nella promozione del benessere dell’infanzia e dei contesti di crescita, attraverso progetti, laboratori specifici, servizi e consulenze. La mission dell’Associazione, oltre alla prevenzione dei disagi, resta quella del sostegno alla genitorialità e alla famiglia attraverso un lavoro di equipe. I nuovi servizi, la rinnovata sede e lo staff di professionisti verranno ufficialmente presentati il 29 settembre, in concomitanza con la festa di San Michele, mentre l’1 e il 2 ottobre la sede resterà aperta per un doppio Open Day. Oltre a conoscere l’equipe, i visitatori avranno la possibilità di ritirare il programma generale dei corsi, degli incontri e dei laboratori dedicati alla genitorialità, alle relazioni socio-affettive e alla promozione culturale. Il coordinamento delle attività culturali e della comunicazione è di Katia Farina, Giornalista.

La mattinata di sabato 1 ottobre (dalle 11 alle 13,30) sarà dedicata alla presentazione dell’area culturale; il primo appuntamento del ciclo “Incontro con l’Autore” sarà dedicato a “La donna di vetro” di Olivia Gobetti, Scrittrice, promotrice tra l’altro del corso di scrittura CreativaMente. La presentazione sarà lo spunto per aprire il dibattito sui temi di scottante attualità, quali la violenza soprattutto psicologica sulle donne, in apparenza fragili come il vetro che lottano ogni giorno per non andare in frantumi. Il pomeriggio, invece, (dalle 16 alle 20) sarà dedicato alle aree della Prevenzione, del Potenziamento cognitivo e dell’Autismo; gli esperti saranno a disposizione dei genitori per fornire informazioni e delucidazioni sui cambiamenti normativi e consigli su come prevenire gli effetti secondari dei disturbi sul piano emotivo e relazionale. Nella stessa giornata verrà presentato il corso “Uno sguardo alle normative” che sarà tenuto dalla dottoressa Carla Casale con l’obiettivo di sviscerare e spiegare la normativa del settore. Da diversi anni, infatti, la Giostra dei Colori risponde ai bisogni emersi da vari studi e ricerche, effettuati negli ultimi anni, con la collaborazione di alcune scuole del territorio, dei servizi sanitari territoriali Uonpi che hanno messo in evidenza, appunto, determinati bisogni dei bambini.

L’open day del 2 ottobre sarà dedicato, la mattina, alla presentazione del laboratorio Teatrolab con l’attore regista Giuseppe Galantino e del CinEmozioni; il pomeriggio, invece, lo sguardo sarà rivolto alla presentazione dei laboratori SOS Famiglie, Genitori un mestiere tutto da imparare e quelli dedicati alle emozioni dei bambini. In elenco le principali attività della Giostra dei Colori:

  • promozione di attività di ricerca, prevenzione, informazione e formazione sui disturbi dell’apprendimento, dell’attenzione, del disagio relazionale socio-affettivo, sull’alimentazione, nutrizione e delle patologie ad esse associate;
  • promozione di dibattiti, convegni, attività culturali per stimolare la conoscenza dei problemi collegati all’apprendimento in età evolutiva, al disagio relazionale nelle fasi della vita e nell’ambito delle relazioni affettive;
  • organizzazione di incontri tra medici di varia specializzazione ed esperienza, psicologi, logopedisti, educatori, insegnanti e nutrizionisti, per integrare e ottimizzare la prevenzione e la cura di tutte le patologie derivanti da disarmonie nello sviluppo dello schema corporeo, del linguaggio e da scorrette abitudini alimentari, con l’obiettivo di migliorare lo sviluppo psico-fisico e la qualità della vita;
  • apertura di uno sportello gratuito dedicato alle famiglie per effettuare uno screening di valutazione iniziale sullo stato delle difficoltà riguardanti l’ambito scolastico dei propri figli.