Seguici su

Cerca nel sito

#ostia, Nursind: dopo l’episodio del Grassi, controlli strutturali

Il Sindacato: "Oltre la carenza di personale, le politiche che portano a tagli lineari, anche la sicurezza ormai è a rischio"

#ostia, Nursind: dopo l’episodio del Grassi, controlli strutturali

Il Faro on line – “L’episodio del controsoffitto crollato al Triage a causa delle pioggia di questi giorni a  portato di nuovo alla luce il problema dei lavori di riqualificazione e di adeguamento strutturali svolti durante il giubileo all’interno dei nosocomi romani. Già 6 mesi fa alla prima pioggia invernale il pronto soccorso si era allagato con acqua che scorreva dal controsoffitto ma l’atteggiamento superficiale e menefreghista dell’amministrazione ha fatto si che a distanza di 6 mesi le conseguenze potevo essere peggiori per l’utenza e il personale, tutto ciò è a dir poco inaccettabile!” – lo dichiara in una nota il Nursind.

“Oltre la carenza di personale, le politiche che portano a tagli lineari,  anche la sicurezza ormai è a rischio per chi lavora dentro gli ospedali romani in precedenza ci siamo occupati di controsoffitti che crollano,incendi, degrado ma  a quanto pare, non c’è fine a questa situazione che pone a rischio operatori e utenti”.

“A tale riguardo la scrivente OS chiede che l’Azienda garantisca nella sua struttura standard di diligenza, efficienza e di sicurezza anche in considerazione delle particolari condizioni dell’utenza. Inoltre alla Regione Lazio chiediamo di intervenire immediatamente per tutto ciò che riguarda la sicurezza dei lavoratori verificando le certificazioni dei collaudi e stanziando fondi per affrontare il tema della sicurezza all’interno degli ospedali e di fare i dovuti controlli in tutte le strutture affinché siano fatte delle verifiche serie in maniera da evitare episodi che possono mettere a rischio i lavoratori e l’utenza. Non ultimo la scrivente O.S. inoltre, per quanto riguarda ciò che è accaduto al grassi di ostia chiede un’indagine amministrativa affinché sia fatta luce accertando anche eventuali responsabilità visto che la pioggia di questo periodo non pare che possa essere catalogata come evento eccezionale. Ora attendiamo i fatti anche per rispetto sia alla cittadinanza sia ai tanti soldi spesi per il Giubileo per la ristrutturazione del Grassi” – conclude la nota.