Seguici su

Cerca nel sito

#civitavecchia, emergenza casa e comitati del non fare

Forza Nuova: "Come mai l’Ater e l’istituto case popolari tengono questi alloggi chiusi costringendo chi ha bisogno ad agire illegalmente?"

Civitavecchia, emergenza casa e comitati del non fare

Il Faro on line – “Siamo venuti a conoscenza che martedì venti settembre una ragazza ha tentato di occupare una casetta di legno vuota (ma sotto sequestro per motivi analoghi) del complesso che si trova nel quartiere San Liborio, una di quelle casette che dovevano essere una sistemazione temporanea per chi ancora tutt’oggi vi risiede. Che l’occupazione abusiva sia una cosa che non va fatta non ci sono dubbi, ma la cosa che ci fa più riflettere è come sia possibile che in una città come la nostra dove l’emergenza abitativa è enorme, ci siano ancora delle abitazioni o luoghi tali che restano chiusi invece di essere assegnati a chi aspetta in graduatoria da anni. Come mai l’Ater e l’istituto case popolari tengono questi alloggi chiusi costringendo chi ha bisogno ad agire illegalmente?” – è quanto dichiara in una nota Forza Nuova di Civitavecchia.

“Perché da tre amministrazioni non si riesce a costruire un solo appartamento da destinare ai più bisognosi? E come mai non vengono mai fatti controlli su chi realmente occupa queste abitazioni a giusto bisogno o meno? Lo si pensa o lo si sa, che negli anni passati molte assegnazioni sono state fatte per conoscenza o raccomandazione e che più volte le graduatorie sono state sconvolte a seconda del colore delle giunte comunali. Vogliamo poi spendere due parole anche su questi comitati fantasma e sul clima di ostracismo che puntualmente si viene a creare in presenza di soluzioni alternative che sono proposte dall’amministrazione, che puntualmente con fare matematico vengono bloccate dalla magistratura allungando così i tempi. Sembra quasi una cosa strana come se dietro ci sia sempre una trama scritta da chi è propenso solo a distruggere e mai a creare” – conclude la nota.