Seguici su

Cerca nel sito

No a Roma 2024, Montezemolo: “Discorso chiuso. Mi spiace soprattutto per i giovani”

Parla il Presidente del Comitato Promotore, a Firenze. Grande occasione persa. Martedì 4 ottobre, arriva il Cio a Roma

No a Roma 2024, Montezemolo: “Discorso chiuso. Mi spiace soprattutto per i giovani”

Il Faro on line – Non ci crede più, Luca Cordero di Montezemolo. A margine, di un convegno della Federazione Italiana dei Cavalieri del Lavoro, a Firenze, parla della candidatura olimpica di Roma. Un sogno ormai svanito, per il Presidente del Comitato Promotore: “E’ un discorso chiuso. Proprio chiuso”. Mette dunque, la parola fine ai sogni olimpici della Capitale, alla vigilia della visita a Roma, del Presidente del Cio, Thomas Bach.

PERSI MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO. A DANNO DEI GIOVANI

Continua a dichiarare, Montezemolo: “Posso dire che mi dispiace. Era una straordinaria occasione. Soprattutto, una grande occasione per Roma. Mi spiace per la città, per i romani, ma in special modo per i giovani”. Tantissimi infatti, i posti di lavoro persi. Questione più volte alzata, anche, dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. In relazione a quanto bisbigliato in questi giorni, dagli organi di stampa, circa la volontà di Giovanni Malagò, di continuare il progetto olimpico di candidatura, l’ex Presidente della Rossa di Maranello ha risposto: “Credo che Malagò non abbia detto che non è chiusa. Credo che abbia detto che, in quanto Bach arriva a Roma, martedì 4 ottobre, voglia solo parlare con lui. Ha un ruolo istituzionale. Io quello che posso dire, è che siamo tutti convinti, che sia un discorso chiuso”.

L’INCONTRO TRA IL CIO ED IL CONI

Il mondo dello sport guarda con speranza, all’appuntamento che il Presidente del Cio avrà con il massimo esponente dello sport italiano. Come indicato dal comunicato diffuso dal Cio, dopo l’approvazione della mozione di sfiducia di Roma Capitale, sulla candidatura, Bach ha detto: “Siamo consapevoli del voto del Consiglio Comunale. Come lo siamo, del supporto del Governo Italiano e di quello della Regione Lazio”. Nei prossimi giorni, allora, si potrebbe forse, decidere la fine di una spigolosa questione. Dentro o fuori.